L’Ottica Sottile fa suo il derby con la Pallavolo Messina e bissa il successo dell’andata

Una fase del derby disputato allo Juvara (foto Maddalena Galeano)
Una fase del derby disputato allo Juvara (foto Maddalena Galeano)

Una fase del derby disputato allo Juvara (foto Maddalena Galeano)

Continua l’incredibile scia di successi dell’Ottica Sottile Barcellona. A cadere, nella prima giornata di ritorno del girone B di serie C, sono stati gli atleti della Pallavolo Messina, che in poco più di un’ora di gioco hanno ceduto l’intera posta in palio ai ragazzi allenati da Enza Torre.

L’incontro, inizialmente fissato per le ore 20, ha avuto inizio con quasi un’ora di ritardo, a causa del protrarsi della gara di B1 fissata nello stesso impianto immediatamente prima, e protrattasi per quasi due ore.
Al fischio di inizio, Enza Torre schiera in campo la diagonale opposto – palleggiatore composta da Trifilò e Saitta, la coppia di centrali MazzeoCrisafulli, con Accetta e Marchetta schiacciatori e Catania libero. Nel corso del set spazio poi per il giovane Imbesi (che metterà a segno un muro di vitale importanza), ed il sempre positivo Di Lorenzo. La partenza è molto a rilento. Nessuna delle due squadre sembra aver voglia di prendere il comando delle operazioni di gioco e, tra reciproci scambi di errori si giunge nella fase finale del parziale, in cui, grazie ad un positivo turno al servizio l’Ottica Sottile riesce a compiere l’allungo finale, concretizzato poi da un contrattacco falloso dei padroni di casa.
Il barcellonese Catania in fase di ricezione (foto Maddalena Galeano)

Il barcellonese Catania in fase di ricezione (foto Maddalena Galeano)

Sulla falsariga del primo parziale è il secondo atto del match, in cui diversamente da quanto accaduto nel primo set, sin da subito Mazzeo e soci riescono ad imprimere il proprio ritmo al match, commettendo però ancora una volta troppi errori gratuiti. Senza nè infamia nè lode, e senza eccessivi patemi d’animo l’Ottica Sottile ha il solo merito di sbagliare meno dell’avversario e, aumentando leggermente l’intensità di gioco nella fase finale della contesa, riesce a portarsi sul due a zero.

Pura accademia l’ultimo parziale in cui gli ospiti partono subito fortissimo, sbagliando finalmente il minimo indispensabile. In campo Parisi al posto di Mazzeo, e nel corso del set anche La Macchia e Biondo: per tutti buona prestazione e punti a referto.
L’Ottica Sottile giunge così al suo undicesimo sigillo stagionale, arrivando ad una stratosferica, considerando gli obiettivi fissati nel pre-stagione, quota di 34 punti, continuando ad inseguire a tre lunghezze la Fiamma Calvaruso ed a cinque il Papiro Fiumefreddo, prossimo avversario dei ragazzi del Presidente Fazio all’Aia Scarpaci, sabato 1 Marzo alle ore 18. All’andata, dopo una autentica battaglia, furono gli atleti del Papiro a conquistare due punti dopo un tie-break vietato ai deboli di cuore. Inoltre, l’Ottica Sottile risulta essere (assieme alla Gupe Catania) l’unica squadra ad aver sottratto punti alla battistrada.
Il saluto tra le due squadre (foto Maddalena Galeano)

Il saluto tra le due squadre (foto Maddalena Galeano)

Pallavolo Messina – Ottica Sottile Barcellona 0-3 (23-25, 22-25, 14-25)

Messina: Bartolomeo, Branca, Cartillone, Corrado, D’Andrea, Fallo, Gitto, Gogliandolo, Mancuso Moravio, Marcini, Scafidi, Zappala (L1), Marchello (L2). All. Locandro.
Ottica Sottile: Mazzeo, Marchetta, Trifilò, Di Lorenzo, Crisafulli, Saitta, Imbesi, Parisi, Biondo, La Macchia, Accetta, Catania (L). All. Enza Torre.
Arbitri: Finocchiaro e Trovato.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com