L’Orlandina torna a sorridere. Cardani: “Finalmente il roster è al completo”

Orlandina BasketCoach Cardani e Nick King (foto Carmen Spina)

Dopo sette sconfitte arriva il dolce sapore della vittoria per la Infodrive Capo d’Orlando, che nella giornata più attesa batte Casale Monferrato e ritrova due punti fondamentali per classifica e morale. Il tecnico Marco Cardani in sala stampa può finalmente partire dal sollievo di avere ritrovato il gruppo al completo: “Una vittoria di squadra giunta finalmente col roster con tutti gli effettivi. Abbiamo visto le potenzialità di questa squadra che ha potuto lavorare regolarmente in settimana a ranghi completi e per quaranta minuti in campo ha profuso la massima intensità e l’energia nelle due fasi, sia difensiva che offensiva”.

La soddisfazione della panchina dell'Orlandina

La soddisfazione della panchina dell’Orlandina (foto Carmen Spina)

Attacco prolifico e in media stagionale, tabellino con punti ben amalgamati. È stata una chiave del match vinto con personalità dai paladini: “Abbiamo potuto distribuire meglio i possessi offensivi rispetto al solito. Tutti hanno contribuito nel fatturato e per noi avere delle alternative in attacco è fondamentale e fa tutta la differenza del mondo perché in una gara si può avere un calo ed è importante trovare le giuste alternative”.

La voglia di partire forte sin dalla prima sirena era un chiaro segnale da mandare agli avversari. In difesa il compito è stato svolto egregiamente specialmente sui tiratori piemontesi: “Fin da subito i ragazzi hanno rispettato al meglio il nostro piano partita. Contava avere energia e pressione sulla palla sui loro portatori. Sapevamo che non avendo Williams loro dipendevano molto da Valentini e Formenti, siamo riusciti a limitarli: i ragazzi sono stati encomiabili col loro lavoro sui due giocatori”.

Orlandina Basket

Traini è fra i nuovi protagonisti in casa Orlandina (foto Carmen Spina)

Per l’allenatore lombardo le tribune con un colpo d’occhio ritrovato rappresentano la seconda vittoria in vista di una volata salvezza che proseguirà la prossima settimana dalla trasferta ad Orzinuovi: “Mi sono emozionato perché al mio primo anno a Capo d’Orlando non avevo mai visti gli spalti così gremiti e spero che i tifosi continuino a seguirci in tanti sino a fine anno. Ad Orzinuovi sarà un altro match fondamentale, loro sono all’ultima spiaggia e non regaleranno nulla specialmente di fronte al pubblico amico. Nonostante stiano cedendo qualche pedina del roster stanno vendendo cara la pelle e le ultime prestazioni dimostrano che pur perdendo un po’ le qualità offensive si sono ritrovati un gruppo ancora più unito”. 

The following two tabs change content below.