L’Orlandina gioca in otto. La Neapolis va a segno sei volte

La formazione orlandina

L’Orlandina è tornata in campo, dopo aver rinunciato alla trasferta di Sorrento, onorando l’impegno con la Neapolis ma presentandosi con soli otto elementi in distinta. Al “Vasi” di Gliaca di Piraino, nella sedicesima giornata del girone I di Serie D, è stata così un’altra partita senza storia. Ospiti a segno per sei volte nella prima frazione, con Amato, Prisco e Moxedano tutti autori di una doppietta a testa, e poi fermatisi nella ripresa per evitare di infierire sui paladini, in attesa soltanto del fischio finale. Tre punti facili per la squadra di Mandragora. Orlandina in un tunnel che non conosce fine a causa delle note vicissitudini societarie, culminate con l’arresto nei giorni scorsi del presidente Massimo Romagnoli.

ORLANDINA-NEAPOLIS 0-6
Orlandina: Santaromita, Donato, Loghin, Sgrò, Paladina, Mattiolo, Ferro, Rocchetta. All. Mazzullo
Neapolis: Liccardo D., Accardo, Nocerino, Allocca, Della Guardia, Perna (1’st D’Auria), Manzo (1’st Bisogno), Liccardo C., Moxedano (1’st Landi), Prisco, Amato. All. Mandragora
Arbitro: Cosso di Reggio Calabria.
Marcatori: 6’pt Amato, 11’pt Prisco, 18’pt Moxedano, 26’pt Amato, 33’pt Prisco, 39’pt Moxedano.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti