L’Olimparty Messina accoglie il bolentino e lo swim run

Olimparty MessinaLa disciplina dello Swim Run

L’Olimparty Messina continua il suo spettacolo all’insegna di sport e mare aggiungendo al suo ricco cartellone due novità: il bolentino e lo swim run. Il bolentino “è un’attività diffusa e adatta al litorale di Mortelle, dove si svolgerà l’evento”.

Olimparty Messina

Gara di bolentino

A parlarne, con grande soddisfazione, è Salvatore Filloramo, fondatore di Strettometeo.it e primo sostenitore di questa ennesima scommessa: “Il bolentino si può praticare, indifferentemente, con la canna o la lenza a mano, l’unica costante è la barca. Mira alla cattura di pesci da fondale quali saraghi, orate o spigole ed è aperta a tutti, grandi e piccini”. L’idea nasce da lontano, coronamento di una partnership consolidatasi nel tempo: “Ho conosciuto Alfredo Finanze e gli altri ragazzi perché frequento lo stesso stabilimento balneare in cui si svolge l’Olimparty – prosegue Filloramo –. In occasione del concerto dei Gemelli DiVersi, grazie alla mia professione, li ho aiutati a decifrare il meteo e a spostare l’esibizione di qualche ora”. Da lì è stato un climax: “Oggi abbiamo una sezione del nostro sito appositamente creata per l’appuntamento estivo e aggiorneremo la pagina facebook con dirette e annunci indirizzati agli atleti e, più in generale, a coloro che verranno a divertirsi con noi”. Se ne aspettano tanti: “L’obiettivo è mettere insieme almeno venti equipaggi, si potrà partecipare in singolo o a coppia”. Non dovrebbe essere impresa difficile: “Abbiamo messo a disposizione premi importanti e, a questo proposito, rivolgo un pensiero ai commercianti cittadini per averci supportato”. I primi tre classificati, infatti, riceveranno canne e mulinelli Shimano, accompagnati da altri utili e simpatici gadget.

Olimparty Messina

Swim Run

Non finisce qui, canna e supporto da barca saranno offerti anche a chi catturerà la preda più grossa. È un’invenzione e, per tale ragione, affascina addirittura di più lo swim run: “Il progetto originario era riuscire a organizzare una tappa di nuoto in mare – spiega Tommaso Saccà, vicepresidente e tecnico dell’Asd Ulysse –. I tempi ristretti non ce lo hanno permesso, allora ci siamo cimentati in un esperimento completamente nuovo”. Un ibrido per atleti a tutto tondo: “Predisporremo due percorsi, uno sulla terra e uno in acqua e, siamo certi, ci sarà da divertirsi. Abbiamo pensato a chiunque, dalla competizione per bambini alla staffetta mista, passando per l’individuale. Il tracciato e la lunghezza sono pensati per le diverse categorie. Si tratta, con le dovute proporzioni, di una sorta di aquathlon”. Un’idea che inizia adesso e si proietta all’immediato futuro: “Con l’equipe dell’Olimparty, la sintonia è stata immediata – continua Saccà –. Volevamo, e siamo ancora del medesimo parere, incentivare l’utilizzo del mare, vera ricchezza del bellissimo territorio in cui abbiamo la fortuna di vivere”.  Ambizione legittima e neppure troppo complicata: “Noi siamo nuotatori, così abbiamo provato a creare un mix che potesse includere tutte le esigenze. Il sogno resta una gara in acque libere ma era fondamentale gettare basi importanti”. 

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com