Lo Sport Patti si sblocca in trasferta. Successo pesante a Viterbo

Viterbo-Sport Patti

Niente da fare per la Stella Azzurra Viterbo che si arrende nuovamente sul parquet del PalaMalè. Stavolta a fare bottino pieno è Patti, formazione capace di approfittare senza pietà delle pecche in casa biancostellata. Senza Marcante, iscritto a referto ma ancora alle prese con l’infortunio al tallone, la Balletti Park Hotel paga pegno dopo un primo quarto in cui fa tutto per bene, sfruttando l’ottima vena di Ianuale, Rovere e soprattutto Fowler. La prima sirena vede la truppa di fanciullo avanti 25 – 19, con due punti regalati proprio a fil di sirena dopo un incredibile errore su rimessa da fondo campo in cui un malinteso tra Listwon e Ingrillì permette agli ospiti un comodissimo canestro, negando invece ai padroni di casa di giocare l’ultimo pallone. Da un potenziale + 10 ad un reale +6.

Un brutto segnale che si concretizza nel secondo parziale: Patti serra la marcatura su Fowler (che infatti resta a secco), alza i ritmi e piazza un parzialone di 15–3 a cavallo dei due quarti che alla fine risulterà decisivo. La Balletti Park Hotel perde la bussola e va all’intervallo lungo con appena 7 punti realizzati, tutti da parte di Ianuale, mentre gli ospiti distribuendo al meglio le conclusioni possono permettersi di andare al riposo con 10 rassicuranti punti di margine.

Lo Sport Patti festeggia il successo

Lo Sport Patti festeggia il successo

La gara è tutt’altro che finita e la Stella prova in tutti i modi a riaprirla. Dopo l’intervallo lungo e la prevedibile sfuriata di coach Fanciullo per almeno 3-4 canestri letteralmente regalati agli ospiti, Viterbo si mette di buzzo buono per cercare di ricucire lo svantaggio. Ci sarebbe anche la possibilità di avvicinarsi notevolmente agli avversari, ma sono i liberi soprattutto a tradire le aspettative (la percentuale finale del 50% è più che indicativa). Come che sia, la Stella vince il quarto (16-13) e si presenta all’ultima sirena con 7 punti da recuperare (48-55). Coach Sidoti però butta nella mischia l’esperto e talentuoso Costantino che con 6 punti consecutivi tiene a bada le velleità di risalita dei padroni di casa che, lottando con le unghie e con i denti, arrivano per due volte fino al -4, ma lo sforzo non basta per capovolgere le sorti della contesa che Patti può chiudere in tranquillità sul 58-70.

Senza Marcante, per il team biancostellato è davvero dura. Molto bene Fowler (migliore in campo con 24 punti e 20 di valutazione) e Ianuale, ma dagli altri non arriva supporto adeguato. La strada resta in salita e il morale, dopo 5 sconfitte consecutive, non può essere alle stelle. Possibile qualche intervento sul mercato, ma di questi tempi è molto difficile trovare giocatori validi. Bisogna stringere i denti e non mollare: il percorso è ancora lunghissimo e il tempo per recuperare non manca. Per Patti successo di platino che porta le firme del quartetto Babilodze, Gullo, Cicivè e Costantino (56 punti totali).

Stella Azzurra Viterbo–Sport Patti 58–70
Parziali: 25–19, 32–42, 48–55
Stella Azzurra Viterbo: Ingrillì, Listwon 8, Ciampaglia, Fowler 24, Meroi, Rovere 6, Cianci 3, Casanova, Marcante ne, Ianuale 17. All: Fanciullo
Sport Patti: Sidoti An. 4, Ettaro ne, Accordino ne, Sidoti Al. ne, Babilodze 19, Costantino 10, Bolletta 6, Cicivè 10, Gullo 17, Busco 4. All: Sidoti G.
Arbitri: Miniati e Marzulli
Note: progressione punteggio 25 – 19, 7 – 23, 16 – 13, 10 – 15. Tiri da 2: Vt 6 su 17, Pa 22 su 36; tiri da 3: Vt 12 su 30, Pa 5 su 21; tiri liberi: Vt 10 su 20, Pa 11 su 16. Rimbalzi: Vt 37 (10 o, 27 d), Pa 32 (7 o, 25 d). Fallo tecnico a Bolletta. Usciti per 5 falli Listwon e Ciampaglia.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva