L’Igea passa al “Provinciale” con Kacorri. Paceco battuto, +9 sulla sesta

Azione Paceco-Igea

Successo di misura ma dal grande peso specifico per l’Igea Virtus che, con lo 0-1 del “Provinciale” di Trapani, supera il Paceco e, in un solo colpo, allunga sulla zona play-out (+19) e sul sesto posto (+9). La gara si conferma un impegno ostico contro i trapanesi che, nonostante l’ultimo posto, non mollano e credono ancora nella salvezza.

Classico 4-3-3 per mister Raffaele che conferma Ingrassia tra i pali, D’Antonio, Fontana, Dall’Oglio e Santamaria in difesa, Giovanni Biondo, Gatto e Biondi a centrocampo e Kosovan, Fioretti e Kacorri in attacco. Sono i giallorossi a prendere subito in mano le operazioni e, al 9′, si propongono in avanti con un cross da destra di D’Antonio per il colpo di testa di Fioretti, di poco a lato. Il Paceco si affida solo a qualche sterile ripartenza con Ingrassia che resta inoperoso. La gara non si accende e solo al 20′ si rivedono gli ospiti con un colpo di testa di Kacorri su punizone di Gatto; Noto blocca. Kosovan cerca di avviare la manovra giallorossa, ma i locali chiudono tutti gli spazi ed è ancora da destra che arrivano i pericoli: al 33′ cross di D’Antonio e colpo di testa di Kacorri, che sfila sul fondo. Al 43′ l’unica vera chance dei rossoargento con Moceri che, probabilmente con un fallo, ruba palla a Dall’Oglio, ma l’uscita di Ingrassia è provvidenziale e mette in angolo.

Paceco e Igea Virtus

La ripresa si apre con l’ingresso di Pitarresi per Fioretti, seguito da quelli di Aveni (tornato in campo dopo due mesi) e Santo Biondo per vivacizzare la manovra igeana. Al 55′ ci prova Gatto su punizione, alta sulla traversa, e quattro minuti dopo replica Bulades con un sinistro che finisce a lato. Ritmi lenti ma quando l’Igea Virtus accelera è sempre pericolosa e, infatti, al 72′ arriva il gol decisivo. Biondi, dalla sinistra, crossa dal fondo per Kacorri che, a centro area, è spietato: controllo e tiro di sinistro che vale lo 0-1. Il Paceco non ha nulla da perdere e si getta in avanti sfiorando il pari al 79′ con un colpo di testa di Terranova, che esce a fil di palo. Tutte le emozioni nel finale: all’89’ Pitarresi, su punizione da sinistra, calcia in porta ma Terlizzi salva sulla linea; un minuto dopo Kacorri entra in area e calcia in diagonale, ma il suo destro non inquadra lo specchio; al 92′ ancora l’Igea Virtus vicina al raddoppio con Merkaj che, da posizione defilata, calcia sul primo palo e Noto si salva in angolo; al 93′ Giovanni Biondo inventa per Santo Biondo che, di destro, costringe il portiere alla respinta di piede, quindi lo stesso Santo Biondo ci riprova di testa ma Noto blocca. Nell’ultimo dei 5 minuti di recupero brividi per i giallorossi: su azione d’angolo Bulades colpisce di testa da due passi, ma Santamaria, sul secondo palo, respinge sulla linea e sancisce così una fondamentale vittoria dell’Igea Virtus.
La squadra di mister Peppe Raffaele supera così il muro dei 40 punti e si conferma al terzo posto (41), rafforzando ulteriormente la propria posizione in chiave play-off. Sono adesso otto i risultati positivi di Dall’Oglio e compagni che, nel prossimo turno, saranno impegnati in un altro derby siciliano: domenica 4 febbraio al “D’Alcontres-Barone” arriverà il Gela.

PACECO-IGEA VIRTUS 0-1
Marcatori: 27′ st Kacorri
Paceco: Noto, Lo Bue (25′ st Virgilio), Yoboua, Terlizzi, Bulades, Marino P. (36′ st Giannusa), Di Peri, Bognanni (46′ st Cappilli), Colace, Terranova, Moceri (21′ st Blandina). A disp.: Pizzolato, Nolera, Tarantino, Marino M., Iuculano. All.: Porretto (Di Gaetano squalificato)
Igea Virtus: Ingrassia, Fontana, Dall’Oglio, D’Antonio, Gatto (19′ st Aveni – 33′ st Merkaj), Santamaria, Biondo G., Biondi, Kacorri, Fioretti (6′ st Pittaresi), Kosovan (25′ st Biondo S.). A disp.: D’Amico, Presti, Tramonte, Ferrante., Cuzzilla. All.: Raffaele
Arbitro: Sili di Viterbo
Assistenti: Piotti e Feraboli di Brescia
Ammoniti: Terranova (P), Colace (P), Kacorri (IV), Bulades (P).

Commenta su Facebook

commenti