Città di Messina, la “prova del 9”. Disastro Rosolini, quarto lo Scordia

Le squadre di Paternò e Sant'Agata

Il Città di Messina supera la prova del nove. Scardinando il fortino di un lanciatissimo Giarre, i giallorossi hanno ottenuto proprio il nono successo di fila contro i gialloblu, altrettanto vittorioso nelle ultime otto gare. Al “Regionale” si è dunque consumata l’apoteosi dei peloritani, che vittoriosi nel braccio di ferro con l’altrettanto sorprendente formazione di Mascara, balzano a quota 47 punti, a +6 su Biancavilla e Sant’Agata. E la gara l’ha decisa un’unica rete, quella siglata nella prima frazione da Codagnone.

Alessandro Codagnone

Alessandro Codagnone firma il nono successo consecutivo del Città di Messina

Nessun recupero, quindi, per le due rivali dei peloritani in ottica Serie D. Nell’anticipo disputato sabato il Sant’Agata si era imposto sul Pistunina col risultato di 4-0, per effetto della tripletta di Mincica e della rete di Matera. Con la stessa intensità ha risposto il Biancavilla  di mister Tommaso Napoli, con l’1-4 maturato sul campo del fanalino di coda Ragusa. Decisiva la doppietta di Randis, unita alla marcatura siglata Parisi. Vana la rete di Zangara per i padroni di casa.

Vince anche lo Scordia che, sul terreno del Real Aci, si è imposto per 1-0. Un successo conquistato grazie alla rete siglata da Nassi, che permette ai rossoblu di superare il Giarre e volare a quota 38 punti in classifica. Il Camaro invece si fa una passeggiata al “Marullo” contro l’Atletico Catania dei tifosi, siglando ben 14 reti e subendone solo una.

Il Camaro affila i coltelli con ben 14 gol (foto Familiari)

Tre punti facili che permettono ai neroverdi di fare un balzo in avanti, dopo il mezzo passo falso commesso contro il Pistunina nell’ultimo turno. Alla sagra del gol hanno partecipato Assenzio, Portovenero e Bonamonte con una tripletta ciascuno, Paludetti e Rossano con due reti a testa e Falcone con un gol.
Si ferma invece il Rosolini, sconfitto in trasferta dal Catania S.Pio X per 2-1. Per i biancorossi, decisive le reti siglate da Ranno e Abate mentre gli ospiti è utile per solo per le statistiche il gol siglato da Melluzzo, capocannoniere del torneo con 14 marcature realizzate. Ne approfitta quindi il Paternò, che ad Adrano vince col minimo sforzo col gol di Castelli. In chiave play-out spicca l’importante vittoria del Caltagirone, impostosi in casa per 3-0 sull’Avola.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com