L’Effe Volley torna in campo a Spezzano con il dubbio Angelova

Trasferta ostica per l’Effe Volley S. Teresa che dopo un turno di riposo forzato va a rendere visita al Kermes Spezzano in una delle trasferte più lontane per la squadra del presidente Carnabuci. La compagine calabrese è reduce dal successo esterno per tre a uno contro il fanalino di coda Kamarina Vittoria ed attualmente conta in classifica 12 punti in 7 gare, frutto di 4 vittorie (una al tie break) e tre sconfitte di cui una al quinto set, con uno score di 14 set vinti e 12 persi. La squadra santateresina ha gli stessi punti però con una gara in meno con 4 vittorie e 2 sconfitte piene, 14 set vinti e 8 persi.

Matilde Mercieca (Effe Volley)

Matilde Mercieca (Effe Volley)

Il team messinese riprende a giocare dopo la sconfitta subita due settimane addietro a Pedara contro il Planet Strano, una gara nella quale era partita benissimo giocando la miglior pallavolo vista sin qui da inizio stagione, poi un blackout totale ed alcune decisioni arbitrali discutibili hanno fatto il resto. La settimana di riposo e quella in corso sono servite al coach rossoblu, Andrea Caristi, per preparare bene la gara contro le cosentine. In infermeria il traffico è sempre intenso con una Sara Casale che pare recuperata e con la palleggiatrice bulgara Svetla Angelova in forte dubbio, il cui utilizzo sarà deciso solo all’ultimo istante.

Alla vigilia il coach della formazione jonica Andrea Caristi non nasconde le difficoltà del prossimo impegno, al quale la sua squadra si approccia con tanta voglia di riscatto: “Gara per noi molto importante a cui teniamo tantissimo visto l’amaro in bocca per il risultato finale di Pedara. Le ragazze hanno gran voglia di dimostrare che quella sconfitta è acqua passata. I nostri avversari non sono partiti benissimo, ma sono convinto che alla lunga emergeranno. Al momento non guardiamo la classifica che a mio avviso al momento non è ancora veritiera. Ci aspettiamo una gara difficile.”

Microfono aperto anche per Matilde Mercieca – fulmine come la definiscono gli ultras della “curva Effe” – centrale giovane ed esperta che rientra a Santa Teresa dopo quattro anni di serie B tra Cefalù e Messina. Ecco il suo pensiero: “Col Kermes non è una gara facile sia per il valore del roster calabrese che per il fattore campo, spetta a noi dimostrare anche fuori casa il valore del nostro gruppo. Dal canto mio sono contenta di essere ritornata a giocare a Santa Teresa in un ambiente fantastico ed accogliente dove oltre a sudare negli allenamenti ci si diverte”.

Commenta su Facebook

commenti