L’Acr Messina ha scelto Claudio Coralli per completare un attacco grandi firme

Claudio CoralliClaudio Coralli in sala stampa ad Alessandria

Rush finale di mercato per il Messina, che ha gli ultimi colpi in canna da sparare. E il primo nome prossimo a legarsi all’Acr è l’esperto attaccante Claudio Coralli, che in carriera non è mai sceso tra i Dilettanti. La punta toscana ha appena rescisso il contratto che lo legava all’Alessandria.

Come anticipato da Rtp, il direttore sportivo Antonio Obbedio lo ha scelto per conferire ulteriore peso a un attacco che conta già su elementi dall’ampio curriculum come Esposito, Siclari e Crucitti. Soprannominato “il Cobra”, Coralli, originario di Borgo San Lorenzo, centro della provincia di Firenze, vanta ben 17 stagioni tra i professionisti e quasi 450 presenze complessive.

Claudio Coralli

Claudio Coralli con la divisa della Carrarese

Le parentesi più felici tra Empoli e Cittadella, con cui ha militato per sei anni in B, esordendo anche nel massimo campionato. Il 36enne è arrivato in doppia cifra anche con il Pizzighettone, per due anni consecutivi, a inizio carriera, e la Reggina, nel 2016-2017, quando fu determinante per la conquista della permanenza in serie C.

Positivo anche l’anno e mezzo vissuto nella Carrarese, prima del trasferimento in Piemonte, dove non è riuscito ad incidere particolarmente. Con il suo innesto la rosa della prima squadra sfiorerà le trenta unità. Alcuni giovanissimi formeranno però l’ossatura della formazione Juniores e qualcuno potrebbe anche accasarsi in prestito, in formazioni che gli garantirebbero maggiore minutaggio e possibilità di crescita.

Claudio Coralli

Claudio Coralli con la divisa dell’Alessandria

Come ripetuto più volte già nel corso del ritiro toscano, Obbedio e Rando cercano un ulteriore puntello tra gli over, a centrocampo, e un altro under da schierare sulle corsie esterne. Un ultimo eventuale innesto d’esperienza in difesa potrebbe maturare nelle fasi conclusive del mercato o anche sfruttando la finestra degli svincolati.

Giordano, Forte, Ungaro e Strumbo (ed eventualmente Fragapane) garantiscono comunque già adeguate rotazioni a mister Cazzarò, che dopo la breve pausa del weekend da martedì preparerà l’esordio di Troina, contro un avversario che in Coppa è stato battuto con un netto 3-0 dal Licata.

Claudio Coralli

Undici le reti realizzate da Claudio Coralli con la maglia della Carrarese

Completato il primo mese di lavoro, caratterizzato da pesanti carichi di lavoro che torneranno utili nelle prossime settimane, inizierà la prima vera settimana tipo di avvicinamento a un match ufficiale per un Messina che parte con grandi aspettative ma anche con la consapevolezza di avere lavorato al meglio, dopo due annate confusionarie, in cui l’organico venne allestito in ritardo e poi stravolto in corso d’opera.

Di seguito la rosa aggiornata dell’Acr Messina. 
Portieri – Gabriele ALLERUZZO (2002; Camaro); Michele AVELLA (2000; Casertana, prestito); Alessio POZZI (2000; Carpi, prestito).
Difensori – Andrius Osvaldo ALFIERI* (2003; Žalgiris); Francesco BARBERA (2001; confermato); Vincenzo DE MEIO (2000; Parma, prestito), Francesco FORTE (1998; Fidelis Andria), Alessandro FRAPAGANE (1994; Città di Messina); Antonello GIORDANO (1988; Francavilla); Paolo LEMBO (2002; Camaro); Simone LO PRESTI (2002; Camaro); Eugenio NARDELLI (2001; Virtus Entella); Domenico ROMEO (2001; Città di Messina); Domenico STRUMBO (2000; Roccella); Gaetano UNGARO (1987; Reggio Audace).
Centrocampisti – Giuseppe BONASERA (2001; Camaro); Fabio BOSSA (1998; confermato); Francesco BUONO (1999; Avellino); Nicolò CAPILLI (2002; Camaro); Facundo Gustavo OTT VALE (1993; Siracusa); Gianluca SAMPIETRO (1993; Gozzano); Francesco SAVERINO (2001; Città di Sant’Agata).
Attaccanti – Angelo CAFARELLA (2001; Città di Messina); Antonio CRUCITTI (1987; Cittanovese), Gennaro ESPOSITO (1984; Nola); Francesco Pio ORLANDO (2001; Sampdoria); Giuseppe SICLARI (1986; Fidelis Andria); Christian SUMA (2000; Lecce).
* Aggregato in attesa dell’eventuale tesseramento. 

Commenta su Facebook

commenti