La Vis con una grande rimonta passa sul campo del Castanea e si conferma terza

Vis Reggio CalabriaL'esultanza della Vis Reggio Calabria negli spogliatoi

L’insolito anticipo del venerdì sera sorride alla Vis Reggio Calabria in una sfida totalmente dai due volti, dopo che il primo tempo era stato dominato a lungo dal Castanea, abile a toccare per due volte anche il +22. La gara si è disputata in anticipo previa intesa tra le società per permettere alla formazione gialloviola di poter partecipare alle finali nazionali di Baskin, il basket inclusivo, a Lignano Sabbiadoro.

Castanea Basket Messina

Papazov e Sersenis del Castanea (foto Mikhaela Cannizzaro)

In avvio il Castanea di coach Frisenda sembra poter replicare, anche senza apparente difficoltà, la vittoria dominante colta sul Catanzaro. Papazov e Banin volano in transizione e mettono all’angolo una Vis oltremodo remissiva e incapace di reagire e il team peloritano vola fino al 37-15, con la sfida che appare già decisa.

Le urla di coach Ortenzi tra primo e secondo quarto scuotono i bianco-amaranto che da grande squadra reagiscono in modo dirompente. Lobasso è l’uomo della svolta con una prestazione in doppia cifra condita da tre triple, Svoboda e Latella le armi da fuoco verso una rimonta determinata e vincente. In tre mettono a referto ben  61 punti complessivi e il parzialone di 24-11 nel solo terzo quarto lo testimonia. Il 50-37 al 20′ fotografa la rimonta calabrese che è solo all’inizio.

Castanea Basket Messina

Banin in pressione su Romeo (foto Mikhaela Cannizzaro)

L’avvicinamento è prepotente, Latella sfoggia movimenti d’alta scuola dal perimetro e in avvicinamento (ne segnerà 29 alla fine), il meno sette passa dalle mani dell’esperto Svoboda che realizzerà anche il tiro libero del pari a quota 61.

Il Castanea, emotivamente provato, nel secondo tempo compie un deciso passo indietro anche rispetto alla sfida persa col Basket School. La Vis sfrutta la grande esperienza a propria disposizione e maggiori chili vicino a canestro con la coppia Warwick e Yusuf che, seppur discontinua, vince la lotta sotto i tabelloni con Kirilov e Mwana.

Il Castanea si spegne, la Vis trova un successo insperato sino al 20′ che conferma il team reggino al terzo posto alle spalle delle battistrada. 21 i punti concessi in difesa dalla Vis che adesso si gode le feste e preparerà il primo impegno del 2022 in casa contro la Fortitudo Messina mentre il Castanea osserverà il proprio turno di riposo per poi tornare in campo l’8 gennaio in casa delle Effe peloritana.

Castanea-Vis Reggio Calabria 71-80
Parziali: 29-9, 21-28, 11-24, 16-19
Castanea: Banin 10, Denafs 8, Mackiw 5, Sersenis 15, Squillaci ne, Dauksas 10, Papazov 9, Zebers 7, Kirilov 4, Mwana Nzita 2. All Frisenda.
Vis: Svoboda 21, Warwick 4, Hamza 6, Luzza ne, Latella 29, Romeo 4, Fazzari, Marisi 5, Lobasso 11, Galimi, Morabito ne, Martino ne. All: Leo Ortenzi.