Raciti: “Persi due punti, ci teniamo la prestazione. Stiamo superando le paure”

Ezio RacitiEzio Raciti in piedi davanti alla sua panchina (foto Paolo Furrer)

Esordio con un pareggio per il tecnico del Messina Ezio Raciti: “Il rammarico c’è perché a dieci minuti dalla fine sembravamo avere messo la partita sui canali giusti. Ci sta purtroppo contro una squadra importante come il Catania che fino alla fine ha provato a vincerla. Abbiamo perso i due punti ma nessuno ci può togliere una prestazione d’orgoglio, da cui si può costruire qualcosa. Hanno tenuto l’attenzione alta per novanta minuti e sono stati perfetti anche dal punto di vista tattico”.

Acr Messina

L’undici titolare del Messina (foto Paolo Furrer)

Il tecnico catanese, ex Siracusa, è soddisfatto per la reazione mostrata dal gruppo, che sembra avere beneficiato del nuovo cambio in panchina: “Nei primi venti minuti mi hanno fatto sgolare. Erano bloccati e avevano paura di giocare. Tutto quello che si portavano dalle partite precedenti li intimoriva. Poi hanno preso fiducia, hanno capito che bisognava giocare la palla anche correndo qualche rischio. Non ricordo grandi parate di Lewandowski. Abbiamo preso due gol su due episodi che avremmo potuto gestire meglio. Sono contento per la risposta dei ragazzi sotto l’aspetto nervoso”.

Sono arrivate le prime reti in stagione di Rondinella e Marginean, finalmente protagonista: “Iulius ha qualità, personalità anche se è giovane ed è integrato nel gruppo. In settimana ha trasmesso sicurezza, ha fatto capire che poteva essere utile in partita. È stato chiamato in causa e ha risposto presente. Nel corso della stagione avrà più spazio e sarà sicuramente un protagonista”. 

Curva Sud

Le bandiere giallorosse in Curva Sud (foto Paolo Furrer)

Il tecnico ha dovuto lavorare prima di tutto su autostima e fiducia: “Prima della partita c’erano sensazioni contrastanti e qualcuno diceva negli spogliatoi “Hai visto quanto pubblico c’è, ti immagini se le cose vanno male”. Mi sono incazzato un po’, cercando di fare capire come sarebbe stato bello invece se avessimo fatto bene e di pensare positivo. In campo hanno risposto nel modo migliore. Sono amareggiato perché non possono gioire come vorrebbero per una vittoria importante”.

Nel riscaldamento il Messina ha perso Gonçalves, costretto a saltare la quinta gara consecutiva, per il riacutizzarsi di un problema al polpaccio: “Saremmo stati sicuramente più propositivi, avendo un uomo di gamba sull’esterno in più, con Fazzi braccetto di sinistra, per uscire palla al piede da dietro. Abbiamo dovuto cambiare e chi è entrato ha fatto bene. Potevamo vincere con merito. Ha sentito un leggero fastidio, speriamo di recuperarlo fra tre giorni”.

Damian e compagni sembrano avere allontanato gli spettri e dovranno confermarsi mercoledì contro la Paganese: “Questa squadra ha giocatori importanti in mezzo al campo, che hanno giocare al calcio. Erano forse un po’ frenati dalla paura per un periodo brutto. Ho cercato di entrare nella testa dei ragazzi, facendogli capire che dovevamo rischiare qualcosa. Hanno risposto come l’avevamo preparata. Siamo usciti da un lato e abbiamo attaccato dall’altro in ampiezza”.

Autori

+ posts