La Torrenovese rinuncia al campionato. Problemi con sponsor, stadio e… Figc

TorrenoveseL'undici della Torrenovese che approda in finale playoff (foto MarcoSac1)

La Polisportiva Torrenovese ha comunicato che non parteciperà al campionato regionale di Promozione: “Dopo sette anni di sacrifici coronati da grandi successi si chiude momentaneamente uno splendido ciclo calcistico”. Il titolo sportivo sarà venduto ad altra società e ad oggi le trattative sono quasi concluse. A beneficiarne con molta probabilità sarà il comprensorio di Milazzo.

Torrenovese

La Torrenovese fa festa con il suo pubblico (foto Michela Masitto)

Nella nota stampa si legge ancora che “tanti sono stati i fattori di questa ponderata scelta e tra questi vi è la difficoltà nel reperire le sponsorizzazioni necessarie per poter affrontare la stagione e l’eventuale inizio dei lavori dello stadio Comunale che costringerebbe la squadra ad allenarsi e giocare in un altro stadio limitrofo, aumentando costi e servizi gestionali. Questi ostacoli possono sembrare di facile superamento attraverso il sacrificio dei dirigenti responsabili e con l’appoggio del sindaco Salvatore Castrovinci, il quale non è mai mancato in questi anni e siamo certi che non sarebbe mancato neanche per questa stagione”. 

Il club ha poi rivolto un duro attacco alla Federazione: “Ugualmente non potrebbe cambiare la decisione societaria perché ad aggiungersi alle varie difficoltà della società vi è il motivo fondamentale per il quale si è deciso di non partecipare al campionato di Promozione, che risiede nella perdita di fiducia negli organi della FigcLa Polisportiva Torrenovese in segno di protesta non iscriverà la squadra augurando un anno di soddisfazioni a chi proseguirà”.

Torrenovese

L’esultanza della Torrenovese (foto Michela Masitto)

Gravi le accuse all’origine del passo indietro societario: “Nella stagione appena conclusa era stato presentato un ricorso che metteva in evidenza gravi illeciti sportivi, che avrebbero determinato un diverso ordine di arrivo nella classifica del campionato, proiettando la squadra rosanero al primo posto della classifica e di conseguenza ad ottenere la promozione nel campionato di Eccellenza ma la giustizia sportiva oltre ad arrivare in ritardo non ha in alcun modo tutelato i diritti archiviando il ricorso e spegnendo per sempre l’entusiasmo di un paese”. Dopo la rinuncia alla B nella pallacanestro, Torrenova incassa un’altra amarezza nel calcio.

Autori

+ posts