La Sigma Barcellona conquista il derby con Trapani e riaggancia la vetta della classifica

1

Cancellare la sconfitta di Brescia e ripartire di slancio in classifica. E’ questo l’obiettivo della Sigma Barcellona impegnata nella quarta giornata del campionato di Lega Adecco Gold nel primo derby stagionale contro la Lighthouse Trapani. Stati d’animo opposti tra le due squadre, considerato che i granata di Lino Lardo sono reduci dalla vittoria casalinga contro Veroli e al PalAlberti vogliono allungare la striscia di vittorie. Come ogni derby che si rispetti il pubblico avrà un ruolo determinante con la struttura di via Napoli piena di appassionati giallorossi cui risponde la folta presenza di supporter granata. La settimana di allenamenti porta buone notizie a coach Giovanni Perdichizzi che in un sol colpo recupera appieno della condizione fisica l’ala Natali, il play Pinton e il pivot Fantoni, usciti malconci dal confronto di sette giorni fa in terra lombarda. Organico al completo anche per Trapani che schiera l’ex di turno Nelson Rizzitiello (a Barcellona nel 2009 nel primo anno di gestione Bonina, ndc) con i riflettori puntati sul duo americano composto dal play Kelvin Parker e dalla guardia Robert Lowery, uomini chiave del roster di coach Lardo autori complessivamente di 31 punti di media partita.
2
La cronaca: Poco prima della palla a due splendida coreografia da parte del pubblico di casa che colora la tribuna centrale con cartelloni giallo-rossi mentre il tifo organizzato espone le proprie bandiere nella tribuna dietro il canestro; non sono da meno i supporter di Trapani che incitano la propria squadra nel proprio settore posizionato sopra la tribuna stampa. La Sigma schiera il quintetto composto da Collins, Young, Maresca (capitano), Filloy e Fantoni. Trapani risponde con Parker, Lowery, Ferrero, Baldassarre e Renzi. Barcellona parte subito forte in difesa recuperando tre palloni consecutivi ed in attacco muove il tabellone con un appoggio a canestro di Fantoni. L’ex Casale Monferrato è preciso anche dalla lunetta (4-0) e con la sua presenza in area pitturata costringe a spendere un doppio fallo la coppia di lunghi trapanese composta da Renzi e Baldassarre (1 fallo ciascuno). Trapani si conferma una squadra dal grande agonismo e si sblocca dall’arco con Ferrero (ex compagno di squadra di Fantoni, ndc) che in un minuto realizza due triple in sequenza ed un tiro libero. La Sigma continua a preferire il gioco interno per Fantoni che da sotto realizza il suo sesto punto personale (8-7 dopo 5’) ma Trapani rimane attaccata all’avversario con un ispiratissimo Ferrero unico a muovere il tabellino della sua squadra in questo inizio (già a quota 9). Baldassarre dalla linea della carità pareggia i conti, sull’azione seguente Barcellona perde palla, spende il fallo che regala il bonus a Trapani con tre minuti da giocare nel primo quarto. Renzi è preciso dalla lunetta per il primo vantaggio esterno subito azzerato da Fantoni (8 punti) che non trova opposizione nella difesa avversaria firmando il 12 pari. Young porta nuovamente in vantaggio i suoi con due tiri liberi dopo il fallo subito e la Sigma recupera palla in difesa costruendo un mini parziale grazie alla correzione a canestro di Filloy (16-12). Il pivot granata Renzi commette il secondo fallo, Fantoni beneficia di un doppio viaggio in lunetta che gli consente di arrivare in doppia cifra in un primo quarto che lo ha visto dominare (16 la sua valutazione). Collins allunga il divario (21-12) con la prima tripla della serata di Barcellona ma la reazione di Trapani è fulminea con la schiacciata di Baldassarre ed un gioco da tre punti di Lowery che ridà il -4 a suoi. Allo scadere della prima sirena il neo entrato Ianes subisce fallo da Toppo: i suoi due tiri liberi valgono il 21-19 di fine primo quarto con gli ospiti autori di un contro parziale di 7-0 dopo essersi ritrovati sul -9 nel loro momento più difficile.

attacco trapani
Nel secondo quarto in casa Barcellona entrano Pinton e Natali, Toppo commette prematuramente il suo secondo fallo e così Perdichizzi ributta nella mischia Fantoni. Trapani accorcia ulteriormente lo svantaggio con un 1/2 ai liberi di Baldassarre ed incrina le certezze dell’attacco di Barcellona che soffre la difesa a zona 2-3 ordinata dal coach avversario Lardo. L’ex Rizzitiello prima colpisce dai quattro metri, poi realizza la tripla e riporta in vantaggio gli ospiti sul 21-25 sospinti dal calore dei propri tifosi. Perdichizzi spende il proprio time out con l’attacco che fa fatica, specialmente dall’arco (1/9 in questo avvio per un misero 11%). E’ il capitano Maresca con quattro punti personali a chiudere il parziale aperto di Trapani di 12-0, prima che Fantoni faccia esplodere il PalAlbert con una schiacciata poderosa che vale il 27-24. Del duo americano di Trapani è Lowery quello che fa vedere le cose migliori ed un suo canestro riporta sotto di 1 la sua squadra. Ancora Maresca in precario equilibrio colpisce dall’arco risollevando le medie della Sigma ma la truppa di Lardo non si demoralizza e con Lowery, Baldassarre e Ianes passa nuovamente a condurre. Barcellona trova però maggiore fluidità nella circolazione di palla in attacco rispetto al primo quarto e le due triple in sequenza di Filloy e Natali sono la diretta testimonianza ridando il più 5 ai locali (37-32). Lardo trova forze fresche dalla panchina con Bossi che catapultato sul parquet subito lo ripaga con un canestro; Filloy vuole scavare un solco e colpisce per la terza volta dall’arco (11 punti col 60% da tre punti). Il primo tempo si chiude con una magia di Collins che in cinque secondi riesce a coprire tutto il campo e punire una difesa avversaria disattenta per il 42-35 del 20’. La crescita di Barcellona a rimbalzo (18-12 il dato tra le due squadre) e al tiro è certificata dalle cifre, ottimo viatico in vista del secondo tempo dove Trapani darà il tutto per tutto per ridurre lo svantaggio. Doppie cifre per Fantoni e Filloy, dall’altro lato il fatturato offensivo di Trapani è ben distribuito come dimostrano gli otto uomini a referto.
Alla ripresa del gioco Perdichizzi ridà fiducia a Toppo, limitato dai falli nel primo tempo, con Young subito decisivo sui due lati del campo (canestro in attacco e stoppata in difesa). Capitan Maresca e Filloy (13 punti) con due iniziative personali allungano il divario (48-37) e Lardo vuole parlarci su interrompendo l’inerzia tutta a favore della Sigma. L’ex Reggio Emilia commette il suo terzo fallo ma rimane in campo e serve l’assist per Young che materializza il massimo vantaggio (+ 13). Trapani non sembra ancora essere uscita dallo spogliatoio e serve un fallo tecnico per svegliare la squadra di Lardo che si rimette a segnare con quattro canestri in serie del possente Renzi (sale in doppia cifra a quota 13). Barcellona realizza in post basso con Natali e Toppo ma vede il suo vantaggio diminuire in singola cifra di vantaggio (55-46 al 26’) e Perdichizzi spende un altro time out per parlarci su. I supporter di Trapani capiscono l’importanza del particolare momento del match e sospingono i propri beniamini che ripondono col canestro dal campo di Lowery (9). Maresca è il terzo uomo per Barcellona a salire in doppia cifra (11) colpendo con puntualità la difesa a zona granata, Rizzitiello ridà ossigeno agli ospiti prima della seconda affondata della serata di Fantoni che infiamma nuovamente il pubblico del PalAlberti (59-50). Ferrero con un gioco da tre punti riduce a sei le lughezze tra le due compagini ma è Maresca che si conferma l’uomo in più in questo frangente per la  Sigma che con un’accelerazione delle sue riporta a debita distanza i giallorossi. Il quarto si chiude con i liberi di Rizzitiello che fissa sul 61-55 il punteggio lasciando aperto ogni discorso in vista degli ultimi dieci minuti.
Nell’ultimo quarto Perdichizzi concede minuti di riposo a Collins e schiera in regia l’ex Sassari Pinton. Fantoni (27 di valutazione) sporca le sue ottime cifre con uno 0/2 ai liberi ma la Sigma non si rammarica perché difende bene e recupera per due volte il pallone. L’ex pivot della Nazionale è preciso subito dopo riportando ad 8 le cifre di vantaggio della squadra del presidente Bonina. Lo stesso giocatore dovrà però uscire per problemi di falli (4) con Toppo che ne prende il posto. Trapani fatica a segnare (nessun punto in tre minuti) e solo dopo essere ripiombata a dieci punti di svantaggio (65-55) a seguito del canestro di Natali, reagisce prontamente col primo canestro dal campo del play Parker ed un recupero di Lowery che ridanno morale ai granata. Il PalAlberti comincia a scaldarsi in vista di un finale emozionante, Parker è glaciale dalla lunetta ma viene beffato al tiro dalla distanza con la palla che fa dentro-fuori e Trapani prosegue la sua rimonta (65-61 a 4’ dalla fine). Lo stesso Parker dopo un primo tempo di sofferenza mostra tutte le sue qualità al tiro colpendo dalla distanza, ci pensa prima Young a smuovere il tabellino dei padroni di casa con una poderosa schiacciata che manda in visibilio l’intero palasport e poi Filloy, abile a smarcarsi con un movimento back door sulla linea di fondo (69-64). La Sigma stringe le maglie difensive, in attacco è Collins (8 punti) con la sua energia e il suo ball handling a far impazzire la retroguardia di Lardo per due punti di grande peso specifico nell’economia dell’incontro. Lowery non ci sta e realizza due liberi (71-66) ma ancora Maresca (15)  spegna sul nascere le speranze di rimonta di Trapani che risprofonda a meno 8 dopo un 1/2 a cronometro fermo di Toppo. Tocca ancora all’ex Caserta chiudere definitivamente i conti con i suoi primi punti dalla carità imitato da Collins. Il trapanese Parker segna l’ultimo canestro della serata, il finale è 77-70. Il derby è della Sigma Barcellona che vince la sua seconda partita interna della stagione, la terza su quattro incontri, che la conferma tra le squadre più in forma del torneo. Ci sarà però poco tempo per godere del successo su Trapani, considerato che fra quattro giorni si tornerà nuovamente in campo nel turno infrasettimanale e per la Sigma non sarà una partita qualsiasi. Il PalAlberti infatti riceverà la visita dell’Orlandina per un altro derby da non perdere, quello più atteso dai suoi tifosi.

Tommaso Fantoni

Tommaso Fantoni

Sigma Barcellona-Lighthouse Trapani 77-70
Parziali: 21-19; 42-35; 61-55
Barcellona: Young 10, Dispinzeri, Toppo 3, Maresca 17, Natali 6, Collins 9, Filloy 15, Iurato, Pinton, Fantoni 17. All. Perdichizzi
Trapani: Renzi 15, Bartoli, Lowery 13, Baldassarre 6, Bossi 2, Rizzitiello 8, Ianes 4, Tabbi, Parker 10, Ferrero 12. All. Lardo

Commenta su Facebook

commenti