Promozione – Il Castelbuono evita in extremis la sconfitta esterna con il Pistunina

Michele Di Napoli sovrasta gli attaccanti del Pistunina durante la ripresa
Pasquale Minissale, autore del provvisorio vantaggio messinese

Pasquale Minissale, autore del provvisorio vantaggio messinese

Al “Garden Sport” sfuma nel primo dei 5 minuti di recupero finali la vittoria del Pistunina, che si fa agganciare all’ultimo respiro da un Castelbuono 1975 quadrato e mai domo, a dispetto della non brillante posizione di classifica occupata nel girone B di Promozione. D’altro canto solo da poche settimane è subentrato un nuovo allenatore, il pattese Ciccio Nardi, che ha portato al proprio seguito innesti collaudati come il “portierone” Oreste Adamo (classe ’72), l’attaccante Delfio Calabrese, il centrocampista Ottavio Cipriano, schierato inizialmente da centrale difensivo per via dell’assenza nell’undici iniziale di Michele Di Napoli (inserito in distinta sebbene, a causa di impegni lavorativi. sia arrivato al campo a gara in corso subentrando al 23’ della ripresa). In questa trasferta messinese la squadra madonita è stata seguita da una ventina di appassionati e calorosi supporters che, con tanto di megafono, hanno incitato ininterrottamente i propri beniamini sin dalla fase di riscaldamento.

Gli ultras del Castelbuono 1975 accorsi al "Garden Sport"

Gli ultras del Castelbuono 1975 accorsi al “Garden Sport”

Una gara, quella di Mili Marina, giocata quasi “a scacchi” da due strateghi della panchina come Nello Miano e Ciccio Nardi, non a caso colleghi di corso ed abituati ad annullarsi a vicenda: nella loro carriera da mister, come fatto notare a match in corso dal tecnico roccalumerese, i due si sono affrontati per tre volte nelle quali è finita sempre senza vinti né vincitori. Segno che si conoscono a menadito.

L’ultima sfida si è giocata prevalentemente a centrocampo, con i padroni di casa che hanno cercato di assumere l’iniziativa attraverso le manovre impostate da Ciccio Ingemi e Nino De Maria. Di contro il Castelbuono ha cercato di alleggerire la pressione avversaria attraverso il lungo possesso palla con improvvise verticalizzazioni che però non hanno mai impensierito la difesa messinese, tant’è vero che il portiere locale Paolo Di Pietro si è limitato per lo più a un lavoro di ordinaria amministrazione.

Ai punti avrebbe meritato qualcosa in più la squadra di casa: al 10’ una punizione dalla distanza di De Maria finisce di poco fuori bersaglio. Tre minuti dopo una conclusione da distanza ravvicinata di Prezioso Ghartey viene respinta sulla linea di porta dal difensore nonché capitano madonita Sardina. Non c’è nient’altro da registrare durante la prima frazione.

Nella ripresa, al 15’ il Pistunina passa in vantaggio, al culmine di un’azione lunga e insistita: De Maria in corridoio per il neo entrato Pasquale Minissale che si presenta a tu per tu ma indugia troppo nella battuta a rete, riuscendo comunque a servire all’indietro l’accorrente Ghartey il cui piatto destro viene respinto sulla linea ancora da Sardina: la retroguardia madonita non riesce però a liberare la propria area e, sul proseguimento di azione, De Maria serve Minissale che dalla corta distanza fa passare la palla sotto le gambe di Adamo (1-0).

Nella seconda parte della frazione di gioco il Pistunina accusa un’evidente flessione (diversi elementi non erano al top, in primis il bomber La Speme rimasto in panchina e sottopostosi nell’intervallo a un’infiltrazione in vista di un possibile ingresso). Così il Castelbuono avanza il proprio baricentro e il trainer peloritano Nello Miano cerca di ricorrere a forze fresche come Santino Munafò ed Emilio Maffei, il quale al 44’ lancia in contropiede De Maria la cui botta a colpo sicuro viene deviata provvidenzialmente in corner dall’irruducibile Schicchi. E al 46’ proprio il numero due madonita (l’anima della propria squadra, assieme a capitan Sardina), all’ultimo assalto del Castelbuono, mette al centro da destra una palla tesa che -deviata da un difensore messinese- finisce sui piedi dell’indisturbato Rosario Cicero il cui preciso diagonale pesca il palo lungo alla destra di Paolo Di Pietro, tra lo sconforto della formazione locale.

PISTUNINA-CASTELBUONO 1975 1-1

PISTUNINA: Di Pietro P., Espinosa (43’st Maffei), Campo, Mangano, Angrisani, De Maria, Coppola (5’st Minissale), Angerame, Ghartey P., Ingemi, Ginagò (42’st Munafo S.). All. Miano.

CASTELBUONO 1975: Adamo, Schicchi, Centorbi, Bonomonte, Cipriano O. (23’st Di Napoli), Sardina, Falanga A., Falanga M., Calabrese, Cicero R., Levantino (24’st Ceruso). All. Nardi.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti