La Sgb Rallye fa incetta di podi nello Slalom di Castell’Umberto

Alessandro Tricoli (Sgb Rallye)
Si chiude con un bilancio finale di nove podi la partecipazione della Scuderia Sgb Rallye al 2° Slalom Città di Castell’Umberto, gara organizzata dalla Salerno Corse e valida per il campionato Asi-Csai.
Lotta accesa per il successo finale nella classe N2, dove Alessandro Tricoli ha festeggiato nel migliore dei modi la nascita della primogenita Ilenia: il pilota di San Piero Patti ha messo in fila tutti gli avversari al volante di una Peugeot 106 rally. La piazza d’onore è andata a un altro driver sampietrino, Gianluca Di Dio Masa (Peugeot 106): più staccati gli under Gianmarco Foti (4° nella sua classe con la Peugeot 205 rally) e Francesco Tricoli (Peugeot 106, 6°).
Poca gloria per i due Scaglione (Francesco e Biagio) costretti al ritiro nel corso della prima manche, causa degli inconvenienti tecnici occorsi alle loro Peugeot 106.
Nella N3 merita di essere menzionata la bella prestazione della Peugeot 106 1600 Rally guidata da Enrico Falsetti: per lui un secondo posto di classe, il terzo di gruppo e la piazza d’onore assoluta tra gli under 23. Dominio indiscusso per i piloti S.G.B. Rallye, anche nella folta classe A2 dove sul filo dei centesimi si aggiudica il primato Gianfranco Starvagi a bordo di una Peugeot 205 rally: per soli 4 centesimi si deve invece accontentare della seconda poltrona Matteo Salpietro su Peugeot 106 ma terzo assoluto tra gli under 23. Andrea Borrello (Peugeot 106) sale sul gradino più basso del podio della classe A2.
Nonostante un ottimo riscontro cronometrico, che lo collocava al secondo posto di classe A3, Giuseppe Crisà (Peugeot 106 rally) è incappato in una penalità di 10 secondi per avere spostato un birillo: errore che lo ha fatto scivolare alla quinta piazza finale. Bene la Renault Clio Rs di Massimiliano Merendino, che si è classificata al secondo posto nella A4, ben sopperendo ai problemi alle gomme accusati nel corso dello Slalom di Castell’Umberto.
Terzo posto di classe P2 e di gruppo per Giuseppe Bellini al volante di un prototipo Fiat 126 motorizzata Suzuki. Positivi nel complesso i riscontri cronometrici fatti registrare dal padre Salvatore al via della classe SPS2. Con la potente Radical Prosport, il portacolori della Sgb Rallye si è assicurata la sesta piazza sia nell’assoluto che nella classe di riferimento.
Giuseppe Bellini (Sgb Rallye)

Autori

+ posts

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Direttore di MessinaSportiva, che ha fondato nel 2005. Ha lavorato nelle tv private messinesi TeleVip e Tremedia per 13 anni, nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria") e per 6 anni presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma