La Machenesanno’s Cup di Operazione Nostalgia al Messina di Zampagna, Di Napoli e Iliev

Riccardo ZampagnaRiccardo Zampagna celebra una rete realizzata contro il Livorno con la maglia del Messina (foto Ansa)

Quando a vincere è la nostalgia. Il tridente del Messina 2004-05 ha fatto impazzire il web e conquistato a suon di like la Machenesanno’s Cup. L’iniziativa è stata ideata dalla pagina facebook Serie A – Operazione Nostalgia, creata da Andrea Bini, che oggi conta quasi un milione di followers ed è diventata ormai un cult per gli amanti di un calcio d’altri tempi. Dai post ai video ed alle foto, rigorosamente nostalgiche, fino ai concorsi, ai raduni ed agli eventi in piazza.

Zampagna Di Napoli e Iliev

Riccardo Zampagna, Arturo Di Napoli e Ivica Iliev hanno sbaragliato la concorrenza, battendo in finale il Lecce (Chevanton-Vucinic-Konan). Il verdetto è arrivato dopo le 23 di giovedì sera. Una “rivincita” social dopo che, nella stagione dello storico settimo posto in A, la squadra di Mutti era stata sconfitta per due volte dai salentini, vittoriosi sotto la gestione Zeman sia al San Filippo (1-4) che al Via del Mare (1-0).

Dodici i gol di Re Riccardo in quello straordinario campionato che vide il Messina trionfare a San Siro contro il Milan e davanti al proprio pubblico a spese di Roma e Inter. Nove i centri di Re Artù, che era già stato uomo simbolo della promozione di un anno prima. E poi Iliev, approdato in riva allo Stretto dal Partizan Belgrado. Genio e sregolatezza, fece esultare i suoi tifosi, rompendo il digiuno, nella sfida casalinga contro l’Udinese che consentì di archiviare con largo anticipo il discorso salvezza, per poi sfiorare un sogno chiamato Uefa. Gesta che hanno evidentemente lasciato il segno, non soltanto tra i sostenitori del Messina.

Operazione Nostalgia celebra la vittoria del Messina

Nella Machenesanno’s Cup il Messina 2004-05 era riuscito in precedenza a superare in semifinale anche il Foggia del tridente composto da Rambaudi, Baiano e Signori che aveva stupito il calcio italiano nel 1991-92. Prima ancora, nella fase finale, di fronte ai giallorossi erano cadute addirittura l’Inter di Baggio, Zamorano e Ronaldo e nel girone iniziale il Milan di Massaro, Gullit e Van Basten e il Bologna di Baggio, Andersson e Kolyvanov.

“Alzala Messina, alzala! Il Messina trionfa, la Machenesanno’s Cup è tua! Ogni messinese deve condividere questo risultato, perché in questa competizione avete fatto un capolavoro. Tutti uniti, avete vinto delle sfide pazzesche. Complimenti di cuore per il risultato. Oggi, ancor di più, siete entrati nella storia”. Operazione Nostalgia celebra così il trionfo social del tridente del Messina. Non ci resta che chiudere gli occhi e ripensare a quei momenti indimenticabili. 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva