La Fortitudo Messina batte Gela e si stringe attorno ad Andrea Bianchi

Fortitudo MessinaUn appoggio a canestro di Di Nezza

Matura nel finale la quinta vittoria in campionato per la Fortitudo Messina. Quella contro Gela è stata certamente la più dura delle cinque chiuse con i due punti conquistati. Match estremamente equilibrato che ha visto la Fortitudo cercare l’allungo nel secondo quarto (28-18), ma il tentativo di fuga viene quasi subito rintuzzato dalla caparbietà di una formazione, quella gelese, che ha pagato però ancora una volta nel finale qualche passaggio a vuoto. È stata una partita condotta a buon ritmo da entrambe le squadre, con buoni contenuti tecnici, con l’equilibrio rotto, come già detto, solo negli ultimi minuti del match. Per gli ospiti gran prova di Emanuele Caiola (18 punti) che, con il supporto di Kurburovic e Seskus (spesso però limitato della difesa messinese), tiene a galla i suoi per almeno 35 minuti.

Fortitudo Messina

Andrea Bianchi ha chiuso anzitempo la stagione

Per la Fortitudo solito match di sostanza di Eraldo Nikoci che, oltre ai 21 punti realizzati, sfoggia una gran prova difensiva con 19 rimbalzi conquistati sotto il proprio tabellone sui 26 totali. Per l’albanese alla fine un bel 39 di valutazione. In evidenza anche Lorenzo Incitti che, malgrado un 2 su 7 da oltre l’arco, trova spesso l’appoggio a canestro in penetrazione mettendo a referto 18 punti a fine partita. Buone le prove anche di Di Nezza, Tagliano e dei soliti Bellomo e Fathallah. Si chiude quindi il girone d’andata. Per la Fortitudo ottimo il bilancio con cinque vittorie sugli otto incontri disputati ed una quarta posizione consolidata in piena zona play-off.

La soddisfazione per il buon traguardo raggiunto, seppur parziale, viene in gran parte contrastata dalla cattiva notizia avuta proprio qualche ora prima della partita. Per Andrea Bianchi infatti l’esito degli esami strumentali, a seguito dell’infortunio occorso sabato 10 nel match contro il Cus Catania, è impietoso: rottura del legamento crociato del ginocchio sinistro e stagione finita. Al diciannovenne di Teramo va un grandissimo in bocca al lupo da parte di tutta la famiglia Fortitudo che assisterà il ragazzo nei prossimi mesi e per tutto il periodo di recupero, con la certezza che tornerà presto ad indossare più forte di prima la casacca nero-verde.

Fortitudo Messina

Eraldo Nikoci miglior marcatore del match

Fortitudo Messina – Basket School Gela 74-65 
Parziali: 19-16; 37-36; 51-49
Fortitudo Messina: Bellomo 9, Lanza, Di Nezza 8, Saddi 2, Cavalieri, Leanza 2, Fathallah 10, D. Bianchi, Incitti 18, Giovani, Nikoci 21, Tagliano 4 Coach: C. Cavalieri.
Gela: Vancheri, Kuburovic 16, Moricca, Bozic, Caiola E. 18, Seskus 12, Caiola G. 8, Markovic, Tuccio, Ndubuisi 11. Coach: S. Bernardo.

Autori

+ posts