La capolista Ragusa passa al PalaTracuzzi con i fratelli Sorrentino in evidenza

Festa Virtus Ragusa

Come un treno in corsa la Virtus Ragusa non si ferma nemmeno al Pala Tracuzzi travolgendo la Tricenter Amatori Messina e mantiene il posto da capolista nella classifica del campionato di serie C Silver. I ragazzi di coach Di Gregorio confermano i buoni risultati anche in trasferta dimostrando carattere e tenacia nell’affrontare tutte le sfide che si pongono davanti.

Esordio strabiliante per Andrea Sorrentino, top scorer della partita con 18 punti seguito dal fratello e capitano Alessandro Sorrentino che ha totalizzato 16 punti a referto. Messina, nonostante la giovane età dei giocatori, ha dato del filo da torcere ai ragusani che però non si sono lasciati intimorire accelerando il passo e lasciandoli dietro di 16 lunghezze.

Andrea Sorrentino

Andrea Sorrentino

La partita è iniziata con i primi due punti della Virtus Ragusa ma i messinesi hanno subito fatto girar palla soprattutto sotto canestro dimostrandosi agguerriti e compatti. Di Dio dà subito prova di carattere trascinando i suoi ma i ragusani, spiazzati in un primo momento, hanno ripreso in mano il gioco tenendo testa ai padroni di casa. Nel secondo quarto è la Virtus Ragusa a muovere il gioco conquistando un minimo vantaggio sugli avversari. Chessari e Carnazza giostrano bene la palla e mettono dentro canestri importanti che permettono ai ragusani di viaggiare in vantaggio sempre inseguiti dai messinesi chiudendo così la seconda frazione di gioco sempre avanti (39-46).

Al ritorno dal riposo lungo però i padroni di casa scossi da coach Maggio cominciano a giocare in maniera più fluida e dinamica imprimendo un accelerata e cambiando le dinamiche in campo. Cordaro e Maggio sono stati protagonisti di azioni veloci ed efficaci sotto canestro permettendo così i messinesi di riavvicinarsi alla Virtus Ragusa fino alla fine del terzo quarto quando la distanza tra i due schieramenti era di una sola lunghezza (59-60). Ma i ragusani non ci stanno e tirano fuori una grinta che canestro dopo canestro li allontano dai padroni di casa. Nardi orchestra bene la regia coordinandosi con i compagni di squadra in azioni dinamiche ed efficaci. I fratelli Sorrentino da qui in avanti non hanno sbagliato un colpo mettendo dentro canestri che hanno spaesato gli avversari. La difesa ben compatta dei ragusani ha fatto abortire ogni tentativo di azione offensiva dei messinesi che a un certo punto non hanno mai più trovato spazi di manovra in area. E cosi con un gioco di squadra ben equilibrato e con una difesa impermeabile la Virtus Ragusa chiude la partita con il risultato di 70 a 86.

“È stata una partita non facile – commenta a caldo coach Di Gregorio per le caratteristiche dei giocatori del Messina. Loro sono una squadra giovane e giocano bene l’uno contro uno e sinceramente all’inizio ci siamo fatti un po’ sorprendere. Abbiamo aggiustato la nostra difesa e poi la partita si è incanalata nei binari giusti. Come dico sempre ai giocatori, noi non ci possiamo permettere di sottovalutare nessuna squadra e ogni partita è a sé e quindi dobbiamo giocare di volta in volta sempre con uno spirito diverso, approcciandosi in maniera differente per carpire i punti deboli dell’avversario e affinando sempre più i nostri schemi al fine di ottenere risultati positivi”.

Nova Virtus Ragusa

Successo a Messina per la Nova Virtus Ragusa

Tricenter Amatori Messina – Virtus Ragusa 70 – 86
Parziali:21-19; 39-46; 59-60; 70-86.
Tricenter: Mondello, Pace 5, Di Dio 20, Santoro, Casablanca, Valitri 4, Unechensky 10, Cordaro 16, Maggio 15, Romano. All. Maggio
Virtus Ragusa: Nardi 14, Carnazza 9, Canzonieri 6, Salafia 8, Dinatale 6, Sorrentino Alessandro16, Sorrentino Andrea 18, Chessari 9, Ferlito, Causapruno, Vacirca ne. All. Di Gregorio
Arbitri: Moschitto – Parisi

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti