La capolista Messina Volley supera in casa la Polisportiva Nino Romano per 3-1

Messina VolleyL'esultanza del Messina Volley dopo una vittoria

Fra le mura amiche del “PalaRescifina”, il Messina Volley conquista la tredicesima vittoria consecutiva nel Campionato di Serie C contro la Polisportiva Nino Romano per 3-1. Le ragazze di mister Danilo Cacopardo con questo risultato mantengono la testa della classifica a punteggio pieno, con sei lunghezze di vantaggio dal Sant’Agata Volley.

Messina Volley

Mister Danilo Cacopardo (Messina Volley)

Capitan Gloria Scimone e compagne, dopo aver ceduto sul filo di lava (23-25) il primo set, si rimboccano le maniche e scandiscono tre set perfetti che gli consentono di ribaltare le sorti del match. Primo set con le padrone di casa subito a guidare con un break di 5 punti (5-0), firmati dalla scatenata Francesca Cannizzaro (punto e due ace). Coach Mauro Maccotta chiama la pausa e, dopo un batti e ribatti, le ospiti riescono a pareggiare (9-9) con Maccotta A., Imperiale, e Vallefuoco. Imperiale e Cuzzocrea danno il vantaggio al team di Milazzo (9-11), ma Cannizzaro e l’ace di Federica Sicari trovano il pari (11-11). La capolista piazza un break che gli consente di andare a +4 (17-13) con protagonisti due monster block di Scimone e due pallonetti (di cui uno in sospensione rovesciata) della palleggiatrice Michela Laganà. Macotta chiede time-out che sortisce i frutti desiderati visto che, dopo un altro muro del capitano giallo-blu (18-13), le ospiti trovano il pari (19-19) con Maccotta A., Imperiale e De Luca. Si viaggia punto a punto fino al vantaggio della Nino Romano (22-23) siglato da Maccotta A. E’ Cacopardo adesso a chiamare la pausa, ma al rientro il pallonetto di De Luca allunga per le ospiti (22-24). Il tecnico di casa chiede di nuovo time-out ed il Messina Volley annulla il primo set-point ospiti. Maccotta A. chiude il parziale a favore della Nino Romano. Il secondo parte in parità fino al break casalingo di 4 punti (7-3) dettati dagli acuti di Laganà e Stefania Criscuolo. Maccotta chiama la pausa che però sono sortisce i frutti sperati visto che il Messina Volley sale a +7 (10-3) con il muro di Sicari e il pallonetto di Laganà.

Maccotta chiede time-out ed al rientro la capolista piazza altri due punti (+10; 13-3). Si viaggia più o meno con questo vantaggio fino all’ace di De Luca che accorcia per le ospiti (-8; 19-11). Ed 8 rimangono i punti di vantaggio del Messina Volley fino al punto di Cannizzaro che pareggia il conto dei set (25-17). Sempre Cannizzaro e due volte Giulia Mondello aprono il terzo parziale (3-0) a favore delle giallo-blu e le due squadre si fronteggiano più o meno con questo vantaggio fino al 9-9 siglato da Imperiale. La capolista non ci sta e piazza 4 punti (13-9) con Scimone e Mondello (punto e muro), con Maccotta a chiedere la pausa. Al rientro le padrone di casa giocano ancora a testa bassa con capitan Scimone che colloca due acuti e determina il +7 (16-9). Il tecnico ospite richiama time-out e due ace di Cannizzaro materializzano il +11 (21-10). Sicari segna il set-point (24-14), anteprima della vittoria del parziale e vantaggio per il Messina Volley (25-15).

La formazione del Messina Volley

Nel quarto si viaggia punto a punto fino al 7-7, quando la capolista allunga grazie ad un break di 5 punti (12-7) con Sicari, l’ace in zona di conflitto di Laganà e tre acuti di Cannizzaro. Maccotta chiama la pausa ed al rientro, dopo il punto di Cuzzocrea (12-8), il Messina Volley concretizza il +8 (16-8) grazie all’ace di Criscuolo. Altro time-out ospite e successivo ace di Criscuolo, anteprima del +11 (19-8) locale. Il pallonetto chirurgico di Laganà scandisce il +12 (23-11) e il muro di Imperiale annulla il primo match-point del Messina Volley. La schiacciata di Criscuolo chiude il match a favore della capolista (25-12). A fine gara il tecnico giallo-blu ha dichiarato: “E’ stata una gara molto combattuta soprattutto nel primo set e mezzo. Loro sono una squadra che ha molto ritmo, capacità di difesa e ben organizzata ed immaginavo che avrebbero rischiato per metterci in difficoltà, come giusto che fosse. Noi probabilmente abbiamo sbagliato l’approccio tecnico, nel senso che abbiamo giocato con il loro ritmo.

La nostra forza invece è l’alternanza e quando siamo riusciti a metterla in campo siamo riusciti a vincere gli altri tre set che, nonostante i parziali, sono stati molto combattuti a parte i momenti dove noi siamo prevalsi. Secondo me abbiamo avuto un pessimo approccio alla battuta, ma per il resto il risultato mi soddisfa, però alcune cose le dobbiamo fare meglio. Comunque abbiamo un’altra settimana per lavorare perché se l’approccio mentale è buono, bisogna migliorare quello tecnico in quanto siamo primi in classifica e gli avversari giocano il tutto per tutto per ottenere una vittoria di prestigio”. Nel prossimo turno il Messina Volley farà visita al Volley ’96, mentre la Polisportiva Nino Romano ospiterà il Cirt Trinisi.

Messina Volley – Polisportiva Nino Romano 3-1 (23-25; 25-17; 25-15; 25-12)
Messina Volley: Marra, Mondello 10, Laganà 8, Criscuolo 18, Donato, Cannizzaro 11, Scimone (Cap.) 17, Sicari 6, Spadaro, Biancuzzo G. (Lib. 1), Biancuzzo Y. (Lib. 2). All. Cacopardo.
Polisportiva Nino Romano: Maccotta A. 15, Vallefuoco 8, Guardo (Cap.), Imperiale 10, Passalacqua 3, Lo Duca, Cuzzocrea 5, Fleres, De Luca 3, Antoci 3, Foti, Pirrone (Lib.). All. Maccotta.
Arbitri: Andò e Pintaudi di Messina.
The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva