Juve Stabia, dopo il colpo Cutolo è vicino Santacroce. Matera-Didiba, Marano al Melfi

Cutolo posa con la maglia della Juve Stabia

Alle rivali per la promozione in Serie B, in attesa della ripresa del campionato, la Juve Stabia ha risposto sul mercato piazzando il colpo Aniello Cutolo. L’esterno d’attacco, classe ’83, dal gennaio 2015 indossava la maglia della Virtus Entella e con la squadra ligure ha fatto registrare 54 presenze, con 5 reti all’attivo. Un elemento di indubbio valore per mister Fontana, che è subito apparso carico: “La Juve Stabia mi ha voluto fortemente. Il Presidente Manniello, apprezzato e stimato nell’ambiente per le sue capacità e competenze, è stato convincente e determinante. Ho tantissima voglia di mettermi in mostra e di dare un contributo a questa società”.

Non finisce qui, perché è ad un passo l’accordo tra i campani e lo svincolato Fabiano Santacroce, ex difensore di Napoli e Parma. Dalle “vespe” sta invece partendo Zibert, destinazione Bassano. Foggia (serve un centrale difensivo) e Matera (è caccia ad un attaccante, in uscita Louzada), però, non sono ancora sazie. E i lucani del presidente Columella si sono assicurati in prestito dal Perugia il centrocampista Joss Moudoumbou Didiba. Il Lecce è vicinissimo all’attaccante Michele Marconi dell’Alessandria. Sempre in tema di punte l’Andria è su Antonio Croce, ex Messina, ora al Teramo. Il Catanzaro pensa a Joao Silva della Salernitana.

Esultanza Lecce (foto Chillemi)

Il Taranto ha preso in prestito dal Bari il giovane centrocampista Luca Guadalupi, mentre il Melfi ha tesserato il centrocampista classe ’90 Francesco Marano, proveniente dalla Viterbese. Nella stagione in corso il neo gialloverde ha collezionato 18 presenze, mettendo a segno 6 gol. Al Catanzaro è invece approdato il difensore centrale Alex Sirri dall’Arezzo. Per il Fondi c’è in prestito Leonardo Sernicola, arrivato dalla Ternana. La Vibonese vuole Vinetot (Lecce) e Tedeschi (Cosenza). Il Catania, dopo aver ingaggiato l’esperto difensore Marchese, punta a Perez dell’Ascoli per l’attacco. L’ad Pietro Lo Monaco ha poi chiarito al sito ufficiale degli etnei: “Bastrini? Abbiamo un impegno con la Cremonese, si saprà esattamente come stanno le cose. Lodi? Non credo che sia mai partita la trattativa, se una squadra come il Bari gli offre 450 mila euro per due anni significa che la trattativa con noi non può partire”.

 

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva