Johnson trascina l’Orlandina (78-82). Espugnata Bergamo nonostante la assenze

OrlandinaIl selfie post-vittoria dell'Orlandina a Bergamo

L’Orlandina torna dalla Lombardia con due punti, ottenuti sul parquet del PalaAgnelli di Bergamo, per 78-82. Rotazioni corte per coach Sodini, che deve fare a meno di Tommaso Tintori (rimasto in Sicilia) e Simone Bellan, uscito per un infortunio al polso nel terzo quarto della gara contro Mantova. Per entrambi si profila un lungo stop.

Floyd

Floyd in difesa su Purvis in Bergamo-Orlandina

Miglior marcatore di giornata il lungo Xavier Johnson, per lui 25 punti e 9 rimbalzi per un ottimo 33 di valutazione finale. In doppia cifra anche Fall e Floyd, rispettivamente con 15 e 12. Prossimo impegno, per la squadra di coach Sodini, domenica prossima, 20 dicembre, alle ore 12 al PalaFantozzi, contro la UCC Assigeco Piacenza.

La cronaca. Si parte a ritmi bassi, con i primi due punti di Taflaj, cui replica Easley e Laganà chiude la transizione. Sale in cattedra Pullazi e dall’altra parte Taflaj tiene attaccati i paladini con la tripla, ma 6 punti di fila di Easley valgono il +6 Bergamo (16-10) a metà del primo quarto. Coach Sodini vuole parlarci su e al rientro dal time-out Purvis allunga, ma con la tripla di Johnson e due punti di Fall i paladini tornano sul -3 (18-15). Il 2+1 di Moretti chiude il primo parziale sul 19-18.

Johnson

Johnson decisivo a Bergamo

In avvio di secondo quarto gli ospiti passano in vantaggio, ma Bergamo torna avanti con Zugno e Vecerina. I tre tiri liberi di Gay impattano la gara a quota 25, ma Bergamo prende le misure contro la difesa a zona ospite e il parziale firmato da Purvis e Da Campo porta i padroni di casa sul +8 (33-25). Dopo la fortunosa tripla di tabella di Fall, Moretti recupera palla in attacco e appoggia e stavolta e Floyd a riportare la gara in parità a quota 35. Pullazi trova il fondo della retina, ma il 2/2 di Floyd dalla lunetta manda le squadre negli spogliatoi sul 37-38.

Al rientro dall’intervallo lungo Da Campo e Easley riportano Bergamo sul +4, ma ci pensano Johnson e Taflaj a dare nuova linfa a Capo d’Orlando, mentre l’ala albanese commette il quarto fallo personale che va a incidere ulteriormente sulle rotazioni, già limitate, a disposizione di coach Sodini. Da Campo mette la tripla dall’angolo, ma gli risponde subito Johnson e dopo diversi minuti di digiuno è Purvis a muovere il punteggio. L’Orlandina però si porta sul +3 con Fall, Moretti e Johnson (51-54). I tiri liberi nel finale di parziale aggiustano il punteggio chiudendo il terzo quarto sul 55-58.

Fall

Fall gestisce un possesso

Fall e Floyd in avvio di ultimo quarto portano i biancoazzurri sul +7 (55-62). Pullazi e Easley non demordono, ma è ancora Johnson a tenere a distanza gli ospiti e le triple di Laganà e Fall fanno volare l’Orlandina sul +13 (61-74). Bergamo però è dura a morire e con Easley e Zugno torna sul -7 a 2 minuti dal termine. Johnson ne mette altri due, e mentre i paladini peccano di inesperienza credendo che la gara sia ormai finita, con Zugno, Da Campo e Pullazi Bergamo si rifà sotto sul -3 (76-79). Laganà ne mette solo uno in lunetta e Da Campo appoggia facilmente da sotto. Tremano le gambe agli ospiti, ma Floyd in lunetta chiude la gara sul 78-82.

Withu Bergamo – Orlandina Basket 78-82 (19-18; 37-38; 55-58)
Withu Bergamo: Da Campo 15, Pullazi 12, Siciliano n.e., Easley 23, Aiello n.e., Vecerina 2, Purvis 12, Riboli n.e., Seck 3, Parravicini 2, Bedini, Zugno 9. Coach: Marco Calvani.
Orlandina Basket: Taflaj 9, Gay 8, Floyd 12, Laganà 6, Johnson 25, Del Debbio, Triassi, Fall 15, Moretti 7. Coach: Marco Sodini.

The following two tabs change content below.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva