Javier Zanetti ospite dell’Inter Club S. Agata Militello

A cena con Zanetti

Una promessa da mantenere per Javier Zanetti che domenica e lunedì sarà ospite dell’Inter Club di Sant’Agata di Militello a lui dedicato.

Un appuntamento già programmato da tempo che avrebbe dovuto vedere il capitano dell’Inter protagonista di un incontro con i tifosi lo scorso 29 aprile. Tuttavia, il destino volle che il giorno prima, nel corso del match di campionato dei nerazzurri a Palermo, il giocatore argentino accusasse un serio infortunio la cui gravità emerse immediatamente.

Ovvero la rottura del tendine d’Achille del piede sinistro, l’annullamento del previsto impegno, ed il rientro immediato a Milano con la squadra per sottoporsi dopo pochi giorni all’intervento chirurgico. Almeno sei i mesi previsti per il pieno recupero che potrebbero accorciarsi vista la notoria caparbietà del calciatore.

Fundacion_PUPI

Prima del ritorno in campo, c’era una promessa da onorare per Javier Zanetti che sarà ospite dell’Inter Club del centro nebroideo raccogliendo l’invito del locale coordinatore Vincenzo Fazio.

 Nella serata di domenica, 29 settembre,  presso il ristorante ed albergo dell’Antica Filanda di Capri Leone si svolgerà una cena di beneficenza, il cui ricavato sarà a favore dei progetti della Fondazione P.U..P.I. Onlus, costituita dallo stesso Javier Zanetti e dalla moglie Paula nel 2002. Gli interessati a partecipare potranno contattare telefonicamente (389-0265534) o per mail (acenaconzanetti@gmail.com) gli organizzatori.

Nella giornata di lunedì il calciatore dell’Inter, emblema di fair play apprezzato anche dai non interisti, sarà dapprima ospite della sede del club a lui dedicato in Via Cernaia, e poi incontrerà tifosi ed appassionati nella centralissima Piazza Vittorio Emanuele in un evento in cui si attende la presenza anche di rappresentanti di numerosi altri gruppi presenti in Sicilia.

manifesto aprile zanetti

Il calciatore argentino, 40 anni compiuti ad agosto, arrivò in Italia nel 1995: primo acquisto, insieme al connazionale Sebastian Rambert, della presidenza di Massimo Moratti con cui noto è il forte legame affettivo che ne ha contraddistinto il rapporto, raccogliendo per certi versi il testimone da Giacinto Facchetti.  Tutto ciò in un momento che vede il club del “Biscione” prossimo ad un avvicendamento al vertice epocale con l’ingresso della cordata del magnate indonesiano Thohir.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com