Inaugurata al Palazzo Arcivescovile la XI Mostra di Arte Presepiale

Mostra di Arte PresepialePresepe Napoletano

Lo scorso 10 dicembre è sta inaugurata la XI edizione della Mostra di Arte Presepiale nei chistri del Palazzo Arivescovile. Ad aprire l’importante rassegna della nostra città sono state le melodie natalizie del concerto dell’Istituto Boer-Verona Trento.

Mostra di Arte Presepiale

Il concerto degli studenti del Boer-Verona Trento

I giovani artisti sono stati diretti dalle docenti Valentina Celesti e Maria Luisa De Matteis, con la professoressa Anna Rubino al pianoforte. A seguire il taglio del nastro da parte del Presidente dell’Assemblea Regionale Siciliana, l’onorevole Giovanni Ardizzone, di padre Giovanni Lombardo, curatore della rassegna “Armonie dello Spirito”, e del Presidente della Sede di Messina dell’Associazione Nazionale Amici del Presepio, Luigi Genovese. “È un piacere essere qui questa sera – ha affermato Ardizzone – con i presepisti che nelle loro opere mettono tecnica e creatività, passione e rispetto per la tradizione del presepio, che è parte della nostra cultura e dev’essere coltivata e trasmessa il più possibile”.

Mostra di Arte Presepiale

Il taglio del nastro

La rassegna, inserita nel programma “Armonie dello Spirito Avvento Natale 2016“, è realizzata dall’Associazione Italiana Amici del Presepio Sede di Messina, in collaborazione con la Curia Arcivescovile, con il contributo della Presidenza dell’Assemblea Regionale Siciliana, l’allestimento dell’Ente Teatro di Messina e il patrocinio gratuito del Comune di Messina. L’esposizione è a ingresso libero e sarà aperta al pubblico tutti i giorni dalle 16.30 alle 20.00 sino a domenica 8 gennaio 2017 (escluso il 31 dicembre).

Mostra di Arte Presepiale

Gli spettatori all’inaugurazione

La mostra si rinnova ogni anno grazie al lavoro dei soci. Le loro opere percorrono diversi stili presepistici: la prima parte del percorso è dedicata al presepe aperto, visibile a 360 gradi, con uno spazio dedicato al presepe popolare e all’antica tradizione napoletana. La passeggiata nei chiostri dell’Arcivescovado continua con i diorami e i loro caratteristici giochi di prospettiva e luci. Infine le statue e i quadri impreziosiscono l’esposizione, gentile contributo di artisti e collezionisti locali. Nello spazio dedicato ai presepi antichi, curato dall’ Associazione Amici del Museo, è possibile ammirare pastori di fine ‘900 e bambinelli di cera. Un angolo molto apprezzato da grandi e bambini è il workshop, che mostra dal vivo le tecniche utilizzate dai presepisti per realizzare i loro lavori e permette di chiarire dubbi e soddisfare curiosità sulle tecniche di lavorazione.

Commenta su Facebook

commenti