Impresa Due Torri a Palmi, Igea in fuga. Domenica è derby messinese al “Vasi”

Due TorriIl Due Torri celebra la vittoria con il Lamezia

L’Igea è sempre più capolista del campionato di Serie D, il Due Torri vince nel fortino della Palmese contro ogni pronostico e balza a -4 dalla porta di uscita della zona playout. Giornata di gloria, dunque, per le siciliane in serie D, ma ancor di più per le due messinesi che risolvono in proprio favore due tra le gare più enigmatiche del torneo.

calcio

Il barcellonese doc Antonio Isgrò trascina l’Igea Virtus anche contro il Gragnano

Partendo proprio da Barcellona, la formazione di Peppe Raffaele non sbaglia un solo colpo al “D’Alcontres”. Stavolta esce battuto un solido Gragnano, piegato in apertura del secondo tempo e nei minuti di recupero dalla doppietta di Isgrò. I giallorossi volano così a quota 30, a soli quattro successi dal dichiarato obiettivo stagionale – la salvezza – e si godono il posto d’onore con vista Lega Pro a discapito della favorita Cavese. Proprio la squadra di Longo cade in casa e perde terreno – adesso è a -4 – lasciando il passo ad un Gela che scappa sullo 0-2 e subisce il gol firmato da Rossi in un match chiuso tutto nel primo tempo. Poco importa, i biancazzurri di Pietro Infantino sono terzi in classifica e, seppur meno dell’Igea, restano sorpresa del torneo. La Turris difende il quarto posto ai danni della Sancataldese, che cade al “Mazzola” col risultato di 0-2, mentre Ciccio Cozza esordisce con una vittoria sulla panchina della Sicula Leonzio, vincente ad Aversa addirittura per 0-3 e di nuovo in zona play-off.

Due Torri

Il Due Torri si ripete dopo la vittoria contro il Sersale

Dulcis in fundo, rivive per 90′ il Due Torri dei miracoli. La formazione biancorossa si complica la vita, ma strappa tre punti insperati e di cui pochissime formazioni sapranno fare copia al “Lo Presti” di Palmi. In terra calabra apre le marcature Postorino e prima della mezz’ora Giacobbe fa 0-2. La Palmese non sta però a guardare e prima che la gara possa rivelarsi compromessa ripiana le distanze, portandosi sul 2-2 grazie al rigore trasformato da Crucitti prima dell’intervallo ed al gol di Corso. La formazione di Dal Torrione rischia addirittura il sorpasso su un penalty parato da Drammeh, ma all’88’ ecco  un nuovo colpo di scena: un calcio di rigore viene fischiato in favore della formazione di Antonio Venuto e sul dischetto si presenta Palmisano, che firma il definitivo 2-3 e manda in estasi i pirainesi.

Migliora così anche la situazione del Due Torri in classifica, a -4 dalla salvezza diretta e più distante da Castrovillari e Sersale che, pareggiando rispettivamente 2-2 in casa del Gladiator e 0-0 tra le mura amiche contro la Frattese di Nello Di Costanzo, sono sempre più padrone dei due slot validi per la retrocessione diretta. Tra le calabresi vincono invece il Rende, che passa col risultato 2-1 al “Lorenzon” contro il Pomigliano ed il Roccella, che con uno scatto d’orgoglio viola il terreno di gioco della Sarnese con il minimo sforzo.

Igea Virtus-Milazzo

Raffaele allenò il Due Torri per quattro anni in Eccellenza. Il piazzamento dell’ultima stagione consentì alla società di ottenere il ripescaggio in D

Domenica 4 dicembre l’attesa sarà tutta per Due Torri-Igea Virtus. Ci si aspetta un “Vasi” strapieno per il derby che segnerà la sfida del pirainese e grande ex – sia da calciatore che da giocatore – Peppe Raffaele al Due Torri e quella di Marco Ravidà e Santino Matinella all’Igea Virtus, di cui il primo è stato capitano nelle ultime tre stagioni. Tra le speranze dei biancorossi ed i sogni di gloria dei barcellonesi, potrà solo venir fuori una grande sfida. Unica incognita? L’apertura delle liste di trasferimento, già giovedì 1 dicembre. Chissà che non cambi “qualcosa” su entrambi i fronti.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti