Impiantistica, da sette mesi i campi di Pompei rimangono chiusi al pubblico

Un'azione di gioco al campo di Pompei

A Messina è risaputo come l’impiantistica sportiva non brilli di luce propria. Sul tema va sottolineato il difficile momento vissuto da una struttura centrale e funzionale, come quella dei campetti di Pompei che da diversi mesi non ospita più gli sportivi ed amanti della palla a spicchi.
Sono infatti ormai trascorsi sette mesi da quando la Comunità Sportiva Pompei non gestisce più le strutture sportive denominate “campetti di Pompei”. Fin dai primi mesi del 2015, i Frati Minori Cappuccini che adesso detengono la struttura sportiva s’impegnarono, pubblicamente, attraverso una nota informativa, distribuita brevi mano e diffusa anche a mezzo stampa in cui scrivevano testualmente che “…Si sappia da tutti che i Campetti di Pompei continueranno a funzionare e che i Frati Cappuccini sono impegnati per il loro adeguato e dignitoso funzionamento, ritenendoli un qualificato strumento pastorale, di formazione attraverso lo sport e di promozione sociale…”. Ad oggi purtroppo i campi sono ancora chiusi, la cittadinanza e tutti gli sportivi si augurano che quegli spazi, così come affermato, possano essere riaperti per tutti coloro che vedono nello sport valori di aggregazione e socializzazione.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti