Impegnativa gara per la Ssd UniMe contro la Rari Nantes Auditore

Ssd UnimeUn time-out della Ssd Unime

Sfida decisamente complicata per la SSD UniMe che, per il recupero della terza giornata di Serie B maschile sabato, con inizio alle 15.oo, sarà di scena eccezionalmente alla piscina della Cittadella Sportiva Universitaria “ospite” della Rari Nantes Auditore, capolista del girone 4, che ha chiesto di poter giocare la sfida in casa a Messina.

Ssd Unime

La formazione della Ssd Unime

Per gli universitari l’impegno è decisamente proibitivo: all’andata, il 2 aprile, i calabresi vinsero, sempre nello stesso impianto, per 14-8 ed anche per il match di sabato prossimo sarà complicato per Giacoppo e compagni riuscire a sovvertire il pronostico contro la squadra pitagorica. Gli “universitari”, però, tenteranno di mettere il bastone tra le ruote della capolista e, soprattutto, trovare qualche punto che, a due giornate dalla conclusione della regular season, diventa preziosissimo.

La vittoria dell’ultima uscita per 10-5 contro la Rari Nantes Napoli ha regalato lunghezze importanti alla truppa allenata da mister Ciccio Misiti che mantiene un punto di distanza nei confronti dell’Etna Waterpolo e, soprattutto, allontana la Waterpolo Catania in terzultima posizione, adesso tre lunghezze dietro.

Ssd Unime

L’Ssd Unime impegnata in fase difensiva

Quando mancano solamente due giornate alla conclusione della stagione regolare, dunque, i piazzamenti per la zona playout sembrano decisamente in bilico. A parte ultima e penultima della classe (Rari Nantes Napoli e Ossidiana Messina, a quota 3) tra la terzultima posizione, una delle due che determinano l’accesso ai playout, ed i messinesi ci sono solamente 3 punti di distanza, con 3 squadre alla ricerca della spallata finale per togliersi dalla mischia.

Gli ultimi incroci, però, non sembrano sorridere alla compagine della presidente Silvia Bosurgi, che, dopo il match contro la capolista, nel prossimo turno sarà impegnata contro un’altra big del girone, l’Ortigia Academy. Impegni un pò più agevoli, invece, per le dirette inseguitrici delle messinesi. L’Etna Waterpolo, un punto dietro all’UniMe, affronterà in casa la Nuoto 2000 Napoli, mentre nell’ultimo turno farà visita alla Rari Nantes Napoli. La Waterpolo Catania, invece, fa visita all’Ossidiana nel prossimo turno, mentre nell’ultimo match incontra la Waterpolo Palermo.

Un finale di stagione ancora tutto da scrivere, dunque. Sei punti a disposizione, altrettante compagini in lotta per evitare un posto nei playout. Alla SSD UniMe servirà giocare due incontri praticamente perfetti per strappare qualche punto decisivo e brindare alla permanenza in serie B già dal 18 giugno.

Autori

+ posts
The following two tabs change content below.