Il Wrestling e G King tornano a Messina mercoledì al circolo Umberto Fiore

WrestlingG King con la maglia del Messina Calcio

Il wrestling italiano torna a Messina con il pluricampione messinese G King. La Real Italian Wrestling annuncia un nuovo show che avrà luogo mercoledì 17 agosto alle ore 21:30 al circolo Umberto Fiore di Messina. A tre anni di distanza dall’evento di beneficenza organizzato per Paolo Chillè, il wrestling che conta torna sulle rive dello Stretto con rinnovato entusiasmo, voglia di stupire e intrattenere, in una serata in cui verranno messe in palio tutte le cinture della compagnia.

Wrestling

Il campione messinese G King

ll wrestler messinese Giuseppe Campagna, in arte G King, attuale “Riw Grand Champion”, dopo le numerose esibizioni tra Italia, Francia e Belgio, tornerà a calcare il ring tricolore della Real Italian Wrestling. Il “Southern Warrior”, come viene soprannominato nelle promotion europee, porta sempre con sé una bandiera con la Trinacria siciliana, che rappresenta l’attaccamento del campione messinese alla sua terra e alle sue origini.

La promotion Real Italian Wrestling (RIW) è un’accademia volta a preparare atleti nella disciplina di lotta nata in Giappone, poi esplosa negli Stati Uniti d’America. Fondata nel 2013 a Messina da “El Nazareno” (Nazario Carbone), oggi la RIW è un punto di riferimento per tutti coloro i quali desiderano avvicinarsi a questo sport-spettacolo, offrendo corsi mirati alla formazione di nuovi atleti, secondo un approccio professionale e competente.

Wrestling

La locandina dello show che sarà ospitato dal circolo Umberto Fiore

L’evento sarà ad ingresso gratuito e vedrà sfidarsi per le cinture messe in palio gli atleti della Real Italian Wrestling: il RIW Grand Champion G King, il RIW Italian Champion The Original Italian Tiger, il fondatore della scuola ed ex-NWE Star El Nazareno, Raider, TIR, Stone Dog, Tenebra, Evolution, Blizzard, Tanga Roa, Death Kid, Gregory Black e tanti altri che si esibiranno per il pubblico messinese. Lo spettacolo sarà presentato da Daniele Antonio Battaglia con la regia di Giuseppe Contarini di FotoinScena.

Autori

+ posts