Il Sant’Agata perde di misura a Paceco. Ingrassia para un rigore, Cicirello espulso

Sant'Agata ko contro il Dattilo Noir

Un Sant’Agata sciupone spreca tanto e il Dattilo fa sua la partita per 1-0. Potrebbe essere riassunta tutta qui la gara che ha visto i biancoazzurri perdere a Paceco e mettere a rischio anche i play off, dato che al termine della stagione regolare non devono esserci 10 punti tra la seconda e la terza in classifica. Oggi il gap tra il Canicattì e Sant’Agata è di 7 punti, ma Lupo e compagni, impegnati nel primo match di Coppa Italia nazionale contro il Corigliano, devono recuperare la gara con il Pro Favara.

La cronaca  – Corre il 6′ ed una punizione di Zingales vede gli attaccanti biancoazzurri arrivare in leggero ritardo. Un minuto dopo ci prova Piyuka da fuori area, il pallone esce sul fondo. Poi è la volta di Bindo che scappa ad Iannazzo ma non trova la porta. I padroni di casa cercano di allentare la morsa con una verticalizzazione di Bernardo all’indirizzo dell’ex Federico Matera, ma Ingrassia è attentissimo ed in uscita fa suo il pallone. Ben più pericoloso il Sant’Agata sul versante opposto con Lo Giudice che servito da Biondo, da posizione ottimale, incredibilmente non trova il gol. Sessanta secondi più tardi Biondo si mette in proprio e dopo aver seminato il panico in area ospite calcia a lato. La squadra di Venuto non concretizza e rischia di capitolare al 22′, quando il direttore di gara assegna un penalty al Dattilo per la trattenuta di Scaffidi ai danni di Seckan. Sul punto di battuta si porta Fina, Ingrassia è superlativo e neutralizza. Al 32′ altra nitida palla gol per il Sant’Agata con Cicirello che crossa perfettamente per la testa di Lo Giudice che tutto solo sul secondo palo manca il bersaglio. Al 43′ proteste dei locali per un gol annullato a Bernardo a seguito di un fallo su Scaffidi. Nel corso del recupero grande intervento di Ingrassia per opporsi ad una conclusione dal limite di Lala, poi Matera segna in netta posizione di offside. Su capovolgimento di fronte altra grande giocata di Biondo che impegna severamente Grimaudo. Nella ripresa comincia bene ancora il Sant’Agata con Cicirello che dopo aver rubato a Paladino ci prova con un tiro a giro, ma anche in questa circostanza la mira non è delle migliori. Al minuto 56, la rete che decide il match. Dopo un grosso intervento di Ingrassia su colpo di testa di Paladino, il pallone arriva nei pressi di Seckan che in acrobazia non lascia scampo al numero uno santagatese. Due minuti dopo altra tegola. Con il pallone da tutt’altra parte, accade qualcosa tra Cicirello ed un giocatore di casa, che termina a terra. Il direttore di gara estrae il rosso diretto all’attaccante biancoazzurro. Nonostante l’inferiorità numerica e sotto di un gol, il Sant’Agata ci prova con Biondo che dal limite impegna Grimaudo. All’80’ grandi proteste dei santagatesi per un presunto fallo di mani in area, il direttore di gara lascia correre. Due minuti dopo altra colossale palla gol per Genovese, che di testa da buona posizione mette a lato. In pieno recupero un altro grande intervento di Ingrassia su Seckan serve solo a rendere meno pesante la sconfitta.

Dattilo Noir – Città di Sant’Agata 1-0
Marcatore: 56′ Seckan
Dattilo Noir: Grimaudo, Genna, Iannazzo (72′ Di Pasquale), Paladino, Fina (86’ Bono), Sammartano, Lala, Compagno (62′ Salone), Matera, Bernardo, Seckan. All. Melillo
Città di Sant’Agata: Ingrassia, Scaffidi, Zingales, Scolaro (60′ Gatto), Bontempo, Tricamo, Conti, Piyuka (72′ Genovese), Cicirello, Lo Giudice, Biondo. All. Venuto
Arbitro: Fabio Saputo di Palermo. Assistenti: Dario Ricchiari e Gabriele Valenti di Palermo
Espulsi: Cicirello e Scurria

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva