Eccellenza – Il Rometta cede di schianto sul campo del San Pio X

Una formazione del Rometta

Brutta sconfitta per il Rometta, superato con un netto 7-2 dal San Pio X. E’ stata comunque una strana partita quella tra gli etnei ed i tirrenici, condizionata dalle decisioni arbitrali e da alcuni episodi, nonostante la forza della formazione di casa che schiera tra le sue file molti i giocatori provenienti dal campionato di serie D come OreficeMandaranoRiccobono e Contino.

Luciano Scipilliti (Rometta)

Luciano Scipilliti (Rometta)

Dopo soli quattro minuti, il Rometta perde il giovane Scipilliti per un brutto infortunio alla mano, il ragazzo viene trasportato in ospedale. I messinesi gestiscono i primi venti minuti con accortezza e colpiscono con Brigandì la corazzata catanese . Poi, l’episodio che cambia del tutto il volto della gara, quando al 19’ del primo tempo, su un cross verso la porta di Billè, Mandarano sul primo palo viene sbilanciato da dietro da un difensore, l’azione continua e la sfera arriva a Mazzamuto che spara addosso al portierone messinese. L’assistente dell’arbitro fermo nella posizione di segnalazione di fuorigioco induce l’arbitro Iapichino a fermare tutto e fischiare la punizione per i gialli tirrenici. In campo si scatena un putiferio, i giocatori del San Pio si avventano sull’assistente, l’arbitro, nel frattempo, interveniva allontanandoli, ma le proteste dei giocatori locali all’indirizzo dell’assistente continuavano e mentre il direttore di gara si dirigeva verso il centrocampo per riprendere il gioco, lo stesso collaboratore richiamava la sua attenzione facendo modificare la prima decisione e facendo concedere un calcio di rigore dopo almeno 3 minuti dal primo fischio. Mandarano batte siglando il pareggio che di fatto cambia l’inerzia della partita. Infatti, il Rometta perde la bussola e dopo sette minuti subisce il raddoppio su un calcio di punizione beffardamente concesso su un’evidente simulazione ancora dell’esperto Mandarano. Il tiro di Caruso assume una strana traiettoria, rimbalza sul terreno di gioco, inganna Billè e dopo aver toccato il palo si insacca alle spalle dell’incolpevole portiere romettese. A questo punto si gioca tutta un’altra gara.

La cronaca: 4’ infortunio a Scipilliti e gara sospesa per dare modo di trasportare il giocatore all’ambulanza. 14’ arriva il gol del Rometta. Punizione dalla trequarti sinistra di Platania, Brigandì spunta alle spalle di tutti ed insacca con un preciso colpo si testa. 18’ succede l’impensabile. L’assistente prima segnala un fuorigioco che l’arbitro concede, poi cambia decisione ed il direttore di gara lo accontenta concedendo il calcio di rigore che Mandarano trasforma per il pareggio del San Pio. 27’ Mandarano cerca il dribbling sul vertice destro dell’area ed ottiene un calcio di punizione. Batte Caruso e segna aggirando la barriera. 37’ Bella parata di Billè su colpo ti testa ravvicinato di Contino. 41’ il Rometta subisce il terzo gol in conseguenza di un calcio d’angolo che Mandarano di testa trasforma infilando la palla sul primo palo. 46’ Alibrandi rilancia lungo sull’inserimento in area di Platania che supera Caruso con un perfetto colpo di tacco ed a due passi dalla linea di porta spara addosso a Vitale. Gol sbagliato, gol subito! Al 47’ lancio sulla sinistra per Mandarano in netta posizione di fuorigioco, l’etneo temporeggia e crossa al centro dove Riccobono in girata volante mette in rete.

Roberto Brigandì, autore del gol del vantaggio rossoblu

Roberto Brigandì, autore del gol del vantaggio rossoblu

Nella ripresa prima azione per il Rometta con Biondo che si libera centralmente ed il suo tiro impegna Vitale che si salva in angolo. 12’ Mandarano viene lanciato centralmente in sospetta posizione dei off-side, il suo duello con Billè finisce con una staffilata per il quinto gol dei padroni di casa. 37’ azione ben orchestrata del San Pio che porta al passaggio filtrante in area dove Ranno indisturbato insacca. 39’ Sogue ruba palla a centrocampo, ma poi ignora i compagni e tira per la parata a terra di Vitale. Il San Pio sbaglia numerose occasioni da rete ed il Rometta lo punisce, Platania lancia Biondo che elude la tattica del fuorigioco, mette a sedere il portiere ed insacca a porta vuota. 44’ serpentina in area di Palermo che alza la testa e mette un tiro a giro che s’infila nell’incrocio dei pali più distante. 46’ l’ultima occasione per il Rometta con Brigandì, il cui tiro viene toccato, la palla supera il portiere ma finisce in angolo. L’arbitro fischia la fine e per il Rometta è la fine di un incubo. Adesso i tirrenici dovranno cercare la vittoria in casa per allontanarsi dagli ultimi posti in classifica.

Tabellino:

SAN.PIO X-ROMETTA 7-2

Marcatori: 14’ Brigandì (Ro), 21’ Mandarano rig. (SP), 27’ Caruso (SP), 41’ Mandarano (Sp) 47’ Riccobono (SP), 12’ st Mandarano , (SP) 37’ st Ranno (SP) , 41’ Biondo (Ro), 44’ st Palermo (SP)

San Pio X: Vitale, Montella, Di Marco, Caruso, Orefice, Scalia C., Mazzamuto, Gatto (11’ st Palermo), Contino (17’ st Ranno), Mandarano (13’ st Foderaro). A disp: Scalia A., Cristalli, Arena, Marino. All. S. Dio

Rometta: Billè, Scipilliti (4’ pt Giunta), Ndiaye, Ricciardo, Sogue Abass, Alibrandi, Riga (33’ st Celona), Nunnari (21’ st Rotella), Platania, Biondo, Brigando. A disp. Fazio, Arigò, Crisafi, Broccio. All. N. Trischitta

Arbitro: C. Iapichino di Siracusa Assistenti: Scannella di Caltanissetta e Tiralongo di Siracusa

Note: ammoniti al 31’ Biondo, 36’ Billè, 30’ st Alibrandi, 34’ st Diaye.

SI ringrazia l’ufficio stampa dell’ASD Rometta per la collaborazione

Commenta su Facebook

commenti