Il RoccAcquedolcese è promosso in Eccellenza. Decisivo il pareggio col Sinagra

RoccAcquedolceseIl RoccAcquedolcese in festa per la promozione in Eccellenza (foto Calogero Germanà)

Serviva almeno un punto per l’aritmetica e un punto è arrivato contro un buon Sinagra in cerca di punti salvezza. Il RoccAcquedolcese vola in Eccellenza con un giornata d’anticipo, dopo un campionato virtualmente sempre in testa avendo subito il sorpasso soltanto in un’occasione ma con all’attivo tre partite da recuperare dopo la brusca interruzione del campionato scorso, quando sembrava ancora più vicino il successo.

RoccAcquedolcese

I giocatori festeggiano la promozione a metà campo (foto Calogero Germanà)

Quest’anno la concorrenza era più agguerrita, con le prime cinque squadre in classifica (in aggiunta della Santangiolese, che ha pagato un brutto avvio di stagione, tutte attrezzate per il salto di categoria. Ne è venuto fuori un campionato equilibrato e avvincente che è rimasto aperto per quanto riguarda il salto di categoria diretto fino a fine aprile. Ma, alle fine, nello sport vince sempre la squadra più costante, quella che ci crede di più, la più forte.

La dirigenza del RoccAcquedolcese ha costruito una compagine molto quotata che, senza le tante disavventure stagionali, avrebbe potuto chiudere prima il campionato. Certamente si tratta di una vittoria resa prestigiosa dalla presenza di grandi competitor, in un campionato molto corretto e animato da stima reciproca tra le concorrenti. Il RoccAcquedolcese ha ringraziato pubblicamente tutte le società e tutti gli amici che si sono complimentati per la vittoria appena conseguita.

RoccAcquedolcese

Lo staff del RoccAcquedolcese festeggia il salto in Eccellenza (foto Calogero Germanà)

Sulla partita col Sinagra vanno segnalati il gol di Miracola per il vantaggio locale al 4’, un buon predominio territoriale del RoccAcquedolcese nella prima frazione di gioco e il tentativo di recupero degli ospiti, nella ripresa, che si concretizza a dieci minuti dal termine con il migliore in campo, l’ex Gullà. Poi solo attesa per il fischio finale e per l’inizio della festa già incampo, con la partecipazione di un nutrito pubblico che non ha fatto mancare la propria vicinanza.

I festeggiamenti sono proseguiti, prima in alcuni locali di Rocca, per concludersi a tarda notte ad Acquedolci nei locali del centro. Adesso il meritato riposo per i ragazzi, poi spazio alla rifinitura in vista della trasferta di Modica di mercoledì, dove, per la partita di ritorno che vale l’accesso alle semifinali di Coppa Italia, verrà affrontata la squadra di casa fresca di vittoria del campionato di Promozione Girone D. Sarà una grande festa, contro una corazzata, ma questa volta si potrà schierare una formazione meno rimaneggiata rispetto all’andata.