Il Palermo soffre ma passa davanti a 32.000 tifosi. Foggia out, impresa Monopoli

Lo straordinario pubblico del "Barbera" per Palermo-Triestina

Davanti ai 32.000 (!) del “Barbera” e con sugli spalti anche Brian Marwood, emissario dello sceicco Mansour, il Palermo soffre ma festeggia il passaggio al secondo turno della fase nazionale dei playoff di Serie C. Dopo la vittoria per 2-1 dell’andata, i rosanero pareggiano 1-1 con la Triestina. Litteri al 77′ per il vantaggio degli alabardati, risponde Luperini in pieno recupero al 96′. Nel primo tempo il rigore parato da Massolo a Procaccio per la gioia dell’incredibile pubblico di casa.

Il rigore parato dal portiere del Palermo contro la Triestina

Se la squadra del vulcanico tecnico Baldini proseguirà la sua corsa alla promozione in B, si è invece interrotto il cammino del Foggia, battuto 2-1 a Chiavari dalla Virtus Entella, qualificata perché testa di serie vanificando l’1-0 dell’andata per i “satanelli”. Rada all’8′, Petermann al 53′ per gli uomini di Zeman, decisivo Capello al 72′.

Clamoroso 0-3 del Monopoli a Cesena, con i romagnoli duramente contestati al termine della gara dai propri tifosi. I biancoverdi ribaltano l’1-2 dell’andata e confezionano l’impresa grazie all’autogol di Gonnelli al 12′ e all’ingenuità del portiere Nardi che al 68′ sbaglia il rinvio e poi commette fallo da rigore, facendosi espellere. Mercadante trasforma il penalty e ancora lui al 97′, sempre dagli undici metri, cala il tris.

Il Monopoli espugna Cesena: 0-3

Altra vittima illustre il Pescara, sconfitto in trasferta per 2-1 dalla Feralpi Salò. All’andata era finita 3-3. Guerra al 51′ e Siligardi al 59′ timbrano il successo dei padroni di casa, accorcia Clemenza al 74′. Avanza anche la Juventus Under 23 che, dopo l’1-1 dell’andata, espugna di misura il campo del Renate. Da Graca al 28′ il match-winner per lo 0-1.

Ecco gli abbinamenti dei quarti di finale decisi dal sorteggio tra teste di serie (che giocheranno il ritorno in casa) e non teste di serie: Feralpi Salò-Reggiana, Monopoli-Catanzaro, Juventus Under 23-Padova e Virtus Entella-Palermo.