Il Mondo Giovane cede al tie-break ma torna a muovere la classifica

Muro MgIl Mondo Giovane coglie il primo punto del 2014. Tra le mura della Palestra “Giorgio La Pira” di Camaro, la squadra messinese sfodera una buona prestazione, lottando alla pari per cinque set con il Pedara prima di cedere il passo. L’incontro, valido per la sesta giornata del campionato di serie D maschile, è stato una continua altalena di emozioni, con momenti di gioco dagli alti contenuti tecnici per la categoria. Due ore e mezza abbondanti di scambi intensi e alquanto prolungati, che hanno coinvolto il pubblico presente sugli spalti della struttura di gioco cittadina. Pedara ha messo in mostra una buona organizzazione di gioco, riuscendo peraltro ad essere più cinica nelle fasi cruciali dei set. Tra le fila del Mondo Giovane hanno sicuramente pesato l’assenza per infortunio di Massimiliano Attinà e le condizioni fisiche non ideali di Michele Billè, recuperato all’ultimo momento per la panchina.Mondo Giovane-Zanclon 19

Mister Pappalardo deve cosi modificare la formazione iniziale, impiegando di mano Massimiliano Triolo e Riccardo Germanà. Pur essendo al loro debutto in campionato da titolari, i due atleti si sono resi protagonisti di una prestazione più che positiva, dando un apporto prezioso al gioco della squadra. Altrettanto importante è stata la prova fornita da Mirko Lento che ha trasmesso grinta e sicurezza ai compagni nei set centrali, dando il via alla rimonta. Fatta eccezione per il quinto, tutti i set sono stati alquanto combattuti, con le due squadre che si sono alternate in vantaggio, senza però riuscire ad accumulare margini consistenti. Sia la prima che la seconda frazione si sono decise sui titoli di coda in favore della Polisportiva Virtus Pedara che riusciva a spuntarla con i punteggi di 23 a 25 e 24 a 26. Identico in buona sostanza l’andamento dei due successivi, caratterizzati da una serie di piccoli strappi operati ora da una, ora dall’altra squadra. Nelle fasi finali era però il Mondo Giovane a trovare lo spunto risolutore per andare a vincere il terzo (25-23) e il quarto (27 a 25). Si andava dunque al tie break che vedeva la formazione biancoazzurra mantenersi a contatto fino al cambio di campo di metà parziale (6-8) salvo poi cedere sotto il profilo fisico a un Pedara più tonico. Finisce con il punteggio di 15 a 9 per gli etnei ma entrambe le squadre sono uscite dal campo tra gli applausi del numeroso pubblico presente nella Palestra La Pira.

“La prestazione della squadra nel complesso mi è piaciuta – è il pensiero del tecnico Pappalardoho visto un atteggiamento positivo nei ragazzi, anche nei momenti difficili sono sempre rimasti nel cuore del match. In questo momento gli episodi ci penalizzano, continuiamo a commettere qualche errore di troppo nelle fasi cruciali che poi si rivela decisivo. Credo sia un problema di natura psicologica. Ci manca un pizzico di maggiore fiducia in noi stessi che soltanto i risultati possono aiutarci ad acquisire. Il punto raccolto vale tanto sotto il profilo del morale, ma adesso rivolgiamo la mente ai prossimi impegni con rinnovato entusiasmo e voglia di migliorarci”.

 

The following two tabs change content below.
Redazione Messina Sportiva

Redazione Messina Sportiva

Commenta su Facebook

commenti