Il Messina ferma ancora il Troina (0-0) ma si rammarica per errori e fischi arbitrali

Van BrusselProvvidenziale anticipo in uscita di Van Brussel su Yeboah

Ancora un pari contro la capolista, come all’andata. I peloritani si sono fatti a lungo preferire ai locali e recriminano per qualche errore sotto porta di Cocuzza e Yeboah, un presunto rigore negato a Ragosta e la rete annullata a Stranges. Match iniziato con quasi mezz’ora di ritardo per via delle pessime condizioni del terreno di gioco. 

Proto

Le pessime condizioni del terreno di gioco, un’ora prima del calcio d’inizio

Il pre-partita. Fondamentale scontro diretto fra Troina e Messina, che nelle ultime quindici giornate hanno conquistato entrambe 31 punti. Gli ennesi hanno dilapidato nove dei dieci punti di margine sulle inseguitrici, l’ACR ha scalato mezza graduatoria e sogna ancora la qualificazione playoff. Il tecnico Giacomo Modica deve rinunciare allo squalificato Inzoudine e agli infortunati Bettini, Mascari e Prisco. Tornano a disposizione Lavrendi, che torna titolare al posto di Balsamà, e Migliorini, che si accomoda in panchina. Consueta cornice di pubblico al seguito per i peloritani, che verranno sostenuti incessantemente nell’arco del match. La gara inizia con 25 minuti di ritardo, dal momento che fino alle 14 ha piovuto a dirotto e il drenaggio del manto in sintetico non è stato ottimale. Dopo una lunga serie di sopralluoghi con i capitani la terna arbitrale si è infine convinta a dare il via al match.

Messina

Messina decisamente più pericoloso dei locali

La cronaca. In avvio subito insidioso Ragosta: nessun problema per Van Brussel. Poco da segnalare nei primi 15’, con le squadre inevitabilmente condizionate da un fondo di gara non certo ottimale, che rallenta la sfera. Al 19’ Yeboah prova ad imbeccare Rosafio, che viene anticipato sul più bello in area. Al 23’ il primo sussulto dei locali, con la conclusione di Vazquez, che viene però bloccata agevolmente da Meo. Poi ci prova Rosafio, blocca l’estremo difensore di casa. Alla mezzora Ragosta cade in area dopo un contrasto con Del Col: il Messina chiede il rigore, e probabilmente avrebbe anche ragione, ma il direttore di gara lascia correre. Al 34’ ci prova anche Yeboah: la sua conclusione viene bloccata da Van Brussel. Molto più incisivo due minuti dopo Bossa, che per poco non inquadra lo specchio. In questa fase gli ospiti crescono sensibilmente: sugli sviluppi di un corner, Ragosta imbecca Bruno che di testa spedisce a lato. Il primo tempo si chiude con un’altra bella combinazione tra Rosafio e Ragosta, che non riesce a sfruttare l’invito del compagno. Squadre al riposo sullo 0-0 e nonostante il campo pesante Messina decisamente più incisivo della capolista.

Rosafio e Yeboah

Rosafio e Yeboah provano a recuperare un possesso

Doppio avvicendamento per i locali nell’intervallo: il nigeriano Souare prende il posto dell’albanese Meta, mentre l’ivoriano Adeyemo rimpiazza l’argentino Piyuka. Gli ennesi rappresentano d’altronde una vera e propria multinazionale. Al 6’ si fa male Lia, che è costretto a chiedere il cambio: lascia il posto a Stranges, mentre Cassaro rileva Ragosta. Il Messina conquista un corner, sui cui sviluppi ci prova senza fortuna Bossa. Al 14’ proprio il centrocampista serve Yeboah, protagonista di una bella progressione ma anticipato in extremis da Van Brussel. Poi si mette in luce anche Stranges. Prosegue il valzer di cambi operati da Pagana e Modica: il senegalese Diop entra al posto di Orlando, Cocuzza rileva Yeboah, il naturalizzato Alves da Silva sostituisce Mustacciolo. Al 29′ Cocuzza sfrutta un errore di Del Col ma poi, da buonissima posizione, conclude incredibilmente alto. Sul capovolgimento di fronte provvidenziale il salvataggio di Bruno, con Meo che era stato superato da Diop. Si rivede poi Migliorini, preferito nel finale a Lavrendi. Al 40′ il Messina passa in vantaggio con Cozzolino, dopo una bella triangolazione con Cocuzza, ma la rete viene annullata per fuorigioco. Urlo strozzato in gola per i sostenitori al seguito, l’ACR contesta un’altra decisione dubbia. Due minuti dopo ci riprova Cocuzza, il cui tentativo viene ancora deviato. Lungo recupero, ma il risultato non cambia. Il Troina vede farsi sotto anche la Nocerina, per il Messina è più lontano il sogno playoff e aumentano i rimpianti.

Messina

I numerosi sostenitori del Messina a Troina

Il tabellino. Troina-Messina 0-0 
Troina: Van Brussel, Del Col, Orlando (17’ st Diop), Silvestri, Piyuka (1’ st Adeyemo), Ruano Castellano, Meta (1’ st Souare), Giacomo Fricano, Vazquez, Tuninetti, Mustacciolo (24′ st Alves). In panchina: Spano, Vera, Giovanni Fricano, Fernandez, Ott Vale. Allenatore: Giuseppe Pagana.
Messina: Meo, Lia (6’ st Stranges), Misale, Bossa (43′ st Iudicelli), Manetta, Bruno, Rosafio, Cozzolino, Yeboah (22′ st Cocuzza), Lavrendi (33′ st Migliorini), Ragosta (7’ st Cassaro). In panchina: Rinaldi, Bucca, Balsamà, Carini. Allenatore: Giacomo Modica.
Arbitro: Mario Davide Arace di Lugo di Romagna.
Assistenti: Marco Fissore di Nichelino e Luca Lombardo di Aosta.
Note – Corner: 1-4. Recupero: 1′ pt e 6′ st.

Commenta su Facebook

commenti