Il Giro a Messina dopo cinque anni: ripristinate strade, verde pubblico e fontane

ComuneLa scritta "I love Messina" campeggia di fronte al Comune

Si è tenuta a Palazzo Zanca l’ultima riunione tecnico-operativa per l’arrivo a Messina della quinta tappa del Giro d’Italia 2022, prevista mercoledì 11 maggio con partenza da Catania. All’incontro hanno partecipato i componenti del Comitato Tappa, responsabili e rappresentanti dei Dipartimenti comunali interessati, dei Corpi di Polizia municipale e della Città metropolitana, e degli altri Enti e organizzazioni coinvolti. In collegamento via Skype Giusy Virelli di Rcs Sport.

Giro d'Italia

Il colpo d’occhio offerto dal Municipio bardato a festa nel maggio 2017 (foto Giovanni Chillemi)

L’incontro è stato indetto per definire tutte le procedure legate al Giro, per assicurare ogni intervento necessario ad un’efficace realizzazione della manifestazione ciclistica. “Tutte le componenti coinvolte sono state chiamate ancora una volta a dare conferma per quanto attiene alla risoluzione delle numerose criticità, che spaziano dalla perfetta realizzazione dei lavori inerenti la pavimentazione stradale fino a garantire la sicurezza sanitaria dei corridori, degli addetti ai lavori e degli spettatori che seguiranno il Giro da dietro le transenne”, ha sottolineato il Commissario Straordinario del Comune di Messina Leonardo Santoro.

Si cercherà di limitare il più possibile i disagi alla viabilità, con particolare riferimento agli accessi agli imbarcaderi e agli svincoli autostradali. “A tutto ciò si lega anche la necessità di limitare al massimo la circolazione stradale. Per tale ragione è stato necessario chiudere le scuole anche al fine di evitare la sovrapposizione di ulteriori flussi veicolari che si sarebbero aggiunti a quelli legati all’ingresso in città dell’enorme macchina organizzativa del Giro d’Italia. Piazza Unione Europea già ospita una serie di iniziative collaterali, mentre il villaggio del Giro d’Italia è in fase di allestimento in Piazza Duomo e altre attività sono previste all’interno di Palazzo Zanca, che mercoledì prossimo diventerà quartier generale per centinaia di giornalisti accreditati che consentiranno a Messina una vetrina unica in ambito nazionale e internazionale”, ha aggiunto Santoro.

Giro d'Italia

Lo spettacolo del Giro d’Italia a Messina nel maggio 2017 (foto Vincenzo Nicita Mauro)

Proprio nella piazza antistante il Municipio è stata installata un’opera d’arte moderna con la dicitura di benvenuto “I Love Messina”, donata da un noto imprenditore della zona sud della città. Lavori di ripavimentazione della sede viaria, per i circa 30 km di tracciato nel perimetro comunale, sono in corso di completamento, formalmente richiesti dalla Struttura Commissariale comunale alla Regione Sicilia, che sta provvedendo attraverso i propri organi tecnici (Genio Civile) e con proprie risorse. Attività questa svolta in sostituzione al Comune di Messina non dotato, all’atto dell’insediamento del commissario, di bilancio previsionale approvato dal Consiglio comunale e, quindi, non nella disponibilità di impegnare le somme per le suddette finalità.

Sono state individuate tutte le forze in campo con la presenza di circa 140 volontari di protezione civile, degli uomini e dei mezzi del corpo dei Vigili Urbani e di quello della Città metropolitana che vigileranno su tutto il tracciato. Si sta completando, a cura di MessinaServizi Bene Comune, il “maquillage” del verde, che prevede anche l’attivazione di tutte le fontane presenti sul tragitto, a partire da quella storica della rotonda di Granatari. “La città attende con trepidazione l’evento che aggiunge un ‘tassello’ di normalità e ripartenza, con l’avvenimento ciclistico, dopo la lunga parentesi della crisi pandemica”, conclude Santoro. Il Giro d’Italia è giunto in città l’ultima volta il 10 maggio 2017 in occasione del 100° appuntamento della manifestazione internazionale con la quinta tappa Pedara-Messina, mentre il 6 ottobre 2020 è partito da Catania con arrivo della quarta tappa a Villafranca Tirrena.