Il Franco Scoglio non va in concessione. Respinta l’offerta del Fc Messina

Stadio Franco ScoglioUna visuale della Curva Sud del "Franco Scoglio"

Si chiude con un nulla di fatto il bando europeo per l’affidamento pluriennale dello stadio “Franco Scoglio”. Voluto dal sindaco Cateno De Luca per dare una svolta alla gestione della struttura aveva visto però pervenire un’unica offerta, che non è stata ritenuta pienamente convincente. L’annuncio è del Responsabile unico del procedimento, il dirigente comunale Salvatore De Francesco, che con la determina numero 5594 ha deciso di “procedere alla non aggiudicazione della gara per la concessione dell’impianto sportivo del Comune di Messina in favore della società Football Club Messina“. 

Santoro, Limatola e Cosenza

Santoro, Limatola e Cosenza ricevuti dalla Commissione giudicatrice nel marzo scorso

Un diniego arrivato “a seguito della verifica della proposta di aggiudicazione della gara, valutate le relazioni della consulenza”. A margine del parere positivo del 16 marzo scorso, Antonio Amato, presidente della Commissione giudicatrice nominata dall’Urega, “a fronte dell’offerta del soggetto aggiudicatario per un periodo di 99 annisottolineò infatti che “sarebbe stata necessario, a maggiore tutela dell’Ente, sottoporre il piano economico finanziario a una verifica aggiuntiva da parte di un soggetto esperto in materia”. 

Il Rup decise quindi di avvalersi del parere tecnico di Francesco Vermiglio, docente di economia aziendale, analisi e contabilità dei costi, sull’affidabilità e sostenibilità dell’operazione. Il professionista, in particolare, suggerì ulteriori riscontri sulla stima dei flussi di ricavo attesi dalle aree commerciali, la determinazione degli investimenti per la loro realizzazione e di specificare gli eventuali soggetti investitori che hanno formalmente manifestato, con carattere vincolante, la volontà di sostenere il progetto mediante apporto al capitale di rischio o altre forme di finanziamento esterno”, come si legge nella determina del Rup.

Rocco Arena

Il presidente del Fc Messina Rocco Arena sugli spalti del “Franco Scoglio” (foto Giovanni Chillemi)

Aspetti che non sembrano essere stati superati neppure dalle controdeduzioni del club o dalle rassicurazioni a mezzo stampa del presidente del Fc Messina Rocco Arena. Il 17 giugno infatti De Francesco ha acquisito la verifica integrativa del professor Vermiglio. Nel documento disponibile sull’Albo Pretorio del Comune si legge ancora che “i chiarimenti forniti dalla società non sono risultati idonei a chiarire le criticità e dall’analisi della consulenza si evince che la verifica condotta sul piano economico finanziario posto a base dell’offerta non ne ha pienamente confermato la validità“. 

Dopo un lungo iter legato al suo concepimento, il bando era stato pubblicato il 13 maggio 2020. Tredici mesi dopo un nulla di fatto, un avvicendamento nell’assessorato allo Sport (tra Giuseppe Scattareggia e il successore Francesco Gallo) e il coinvolgimento di una partecipata, la Messinaservizi, a cui sono stati affidati i servizi di pulizia, scerbatura e custodia dell’impianto, anche perché la precedente concessione all’Acr Messina è scaduta a fine maggio.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva