Il Fc Messina attende l’udienza del Coni. Da ridiscutere i biennali di tre big

Francesco LodiFrancesco Lodi si è presentato con una tripletta

Sono giorni interlocutori per il Fc Messina, che attende ancora di conoscere la data in cui verrà fissata l’udienza di fronte al Collegio di Garanzia di Coni. Secondo le norme, “il ricorso è trattato nella prima udienza prevista nell’apposito calendario della Sezione sulle competizioni professionistiche. In ogni caso, l’udienza deve essere fissata in data successiva al terzo giorno dopo la scadenza del termine di costituzione delle parti intimate ed entro sette giorni dalla data di pubblicazione della notizia del ricorso sul sito internet del Coni. Della data di udienza viene data immediata comunicazione alle parti a mezzo posta elettronica certificata”.

Coni

Gli esterni della sede del Coni a Roma

Dal momento che il ricorso avverso le decisioni di Lega Pro e Figc è stato pubblicato sul portale del Coni lo scorso 31 luglio, la decisione è attesa tra il 3 e il 7 agosto. Un quadro che complica i piani della società peloritana, dal momento che la calendarizzazione del successo organo di giudizio esterno alla giustizia sportiva, ovvero il Tar del Lazio, potrebbe slittare addirittura a settembre. Vanificando forse ogni velleità di riconquista della C, che appare comunque sempre più lontana dopo la bocciatura della fideiussione prodotta in prima battuta.

L’organo amministrativo ha già posticipato di 24 ore la sua decisione sulla posizione del Chievo, che confida in una clamorosa riammissione in serie B dopo le bocciature da parte della Figc, a discapito del Cosenza. Coni e Tar dovranno valutare la posizione della società di Rocco Arena, che contesta i tempi ristretti (appena cinque giorni, compreso un weekend) concessi per ottenere la garanzia bancaria e avrebbe già ottenuto una fideiussione alternativa, con cui sostituire quella priva di una firma digitale e dell’iscrizione nell’albo unico di Bankitalia.

Agnelli

Agnelli è vincolato al Fc Messina fino al giugno 2022 (foto Marco Familiari)

Sul fronte squadra, anche in caso di serie D, si va verso la conferma del tecnico Massimo Costantino, che ha già avuto colloqui con la proprietà, rinnovando la sua disponibilità. Con il direttore generale Marco Rizzieri ormai insediato al Casale, non è esclusa una permanenza del direttore sportivo Cesar Grabinski. Con tanti over già accasati altrove (Domenico Marchetti all’Arezzo, Palma e Fissore alla Cavese) sembrano scontate le partenze di altri big, come Carbonaro, Da Silva e Marone, che non sarà più under tra i Dilettanti.

Potrebbe rimanere in riva allo Stretto l’under Garetto, reduce da un lungo infortunio dal quale dovrebbe essere completamente ristabilito a ottobre. Da valutare sono soprattutto le posizioni di tre grandi protagonisti dell’ultima annata, Lodi, Agnelli e Caballero, che l’anno scorso avevano siglato un biennale tuttora in essere. L’ex centrocampista del Catania è stato il migliore marcatore di squadra, con 13 reti e 4 assist, in appena 22 gare. Significativo anche l’apporto dell’ex capitano del Foggia, impreziosito da due gol. Otto marcature e quattro assist invece per l’attaccante argentino, il cui bilancio è macchiato da infortuni e qualche errore di troppo sotto porta. La proprietà e i calciatori dovranno decidere se dare seguito all’accordo in scadenza a giugno 2022 o valutare un’uscita anticipata dal contratto.

The following two tabs change content below.

Francesco Straface

Ideatore di MessinaSportiva nel 2005, per tredici anni - dal 2002 al 2014 - ha lavorato nelle emittenti private TeleVip e Tremedia. Vanta alcune esperienze nella carta stampata ("Il Dubbio" e il "Quotidiano di Calabria"). Dal 2016 è tutor presso la Scuola di Giornalismo della Lumsa di Roma