Il Cus Unime supera Palermo 11-6 e vede la A2. Mercoledì gara-2 nel capoluogo

PallanuotoLa formazione del CUS Unime

Vittoria doveva essere e vittoria è stata: il CUS Unime non perde un colpo e si aggiudica con assoluta determinazione la gara d’andata delle finali che valgono la promozione in Serie A2. Un salto di categoria che Messina attende ormai da tanti anni. La squadra di casa non ha deluso le aspettative e nel giro di due parziali ha scavato il solco che ha indirizzato la partita.

Cittadella

La splendida cornice di pubblico della Cittadella dell’Annunziata

L’11-6 con il quale i gialloblu hanno superato il CUS Palermo alla Cittadella dell’Annunziata fotografa l’andamento della gara. Difesa perfetta che ha concesso pochissimo alla formazione ospite, composta da tanti giocatori esperti e pericolosi, che De Russo e compagni hanno saputo tenere a bada. Senza qualche errore di troppo in attacco, forse si sarebbe potuto chiudere l’incontro ancora prima. In evidenza l’asse mancino Cusmano-Aiello, che in coppia ha firmato cinque reti, e lo scatenato Balaz, autore di un poker.

La cronaca. Palermo è partita molto bene, approfittando di una distrazione dei padroni di casa e segnando con D’Aleo. In un minuto e mezzo il CUS Unime replica con un micidiale uno-due firmato da Cama e Cusmano. Ed i cussini non si fermano qui: Ambrosini e Balaz respingono gli ospiti che a due minuti dalla prima sirena sono già sotto 4-1. Kincses scuote i compagni prima del riposo ma alla ripresa i messinesi riprendono a colpire e si portano sul 6-2 ancora con Cusmano e Balaz, che poi replica a D’Aleo.

Il Cus Unime

Gli atleti del Cus Unime a centro vasca

A cinque secondi del cambio vasca Lisi segna la quarta rete per gli ospiti che, però, non hanno nemmeno il tempo di esultare perché sulla sirena Aiello realizza uno spettacolare gol da centrocampo. E’ la rete che tramortisce definitivamente i palermitani, incapaci di reagire per tutta la terza frazione. De Francesco e compagni spingono sull’acceleratore e creano tantissime occasioni da rete per chiudere i conti e riescono ad allungare sino al 10-4 con Aiello e Balaz. Arriverà anche il +7 griffato da Cusmano ad inizio della quarta frazione, prima che mister Naccari decida di ruotare gli uomini a disposizione per risparmiare le energie in vista dell’attesa gara di ritorno. Arriva così la doppietta di Kincses, che serve più per le statistiche.

Raffaele Cusmano

Raffaele Cusmano del Cus Unime

Adesso sale la febbre promozione: mercoledì si torna in acqua, questa volta a Palermo, per un altro incontro decisivo. I messinesi hanno a disposizione la possibilità concreta di chiudere i conti e festeggiare già nel capoluogo siciliano. Non sarà affatto facile ma i messinesi avranno dalla loro parte anche la spinta dei propri tifosi, già organizzati per seguire la squadra ed incitarla anche in trasferta per raggiungere l’importante traguardo.

CUS Unime – CUS Palermo 11-6
Parziali: 4-2, 4-2, 2-0, 1-2.
CUS Unime: Spampinato, Russo, Maiolino, De Francesco, Giacoppo, Condemi, Cusmano 3, Aiello 2, Ambrosini 1, Naccari F., Vinci, Balaz 4, Cama 1.
CUS Palermo: Consiglio, Abbaleo, Scafidi, Damiano, Occhione, Lisi 1, Ribaudo, Kinses 3, D’Aleo 2, Mattarella, Lauriello, Mineo, Costanza.
Arbitri: Navarra, Riccitelli.

Commenta su Facebook

commenti

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com