Igea Virtus, tre punti di speranza a Marsala (0-1). Ma la strada è tutta in salita

Igea VirtusL'Igea Virtus è ancora all'ultimo posto in classifica (foto Puccio Rotella)

L’Igea Virtus di mister Arcidiaco sbanca il “Lombardo-Angotta” di Marsala grazie a una rete di Mohamed Sylla che regala tre punti di speranza nella rincorsa ai play-out. Gara assai poco entusiasmante sul piano delle occasioni da rete ma a Perkovic e compagni va il merito di aver finalmente dimostrato quella caparbietà e quella voglia di fare più volte mancate nel corso di questa stagione.

L’Igea Virtus ha saputo gestire al meglio il vantaggio anche nei minuti finali nonostante la forte pressione dei padroni di casa. Un successo che, però, non consente ai giallorossi di abbandonare l’ultima posizione in classifica alla luce del successo casalingo del Rotonda con il Città di Messina. Primi minuti di gara piuttosto combattuti nella zona nevralgica del campo. Al 14′ una sgroppata sulla destra di Allegra mette Sylla, ben appostato sul secondo palo, in condizione di battere a rete ma il colpo di testa, debole, del colored igeano termina sul fondo.

Perkovic

Un controllo acrobatico di Perkovic

Al 23′ i padroni di casa protestano per un presunto calcio di rigore non concesso dall’arbitro per atterramento in area di rigore di Napolitano. Il Marsala aumenta la pressione e al 25’ viene invalidata la marcatura di Balistreri per una netta posizione di offside dell’attaccante lilibetano. Ancora Balistreri propositivo al minuto 28′ ma la su conclusione dalla lunga distanza viene neutralizzata da Cannizzaro che in due tempi blocca la sfera. Al 37′ Pisaniello si invola verso l’area di rigore marsalese ma è provvidenziale l’intervento di Fragapane che, in scivolata, riesce a spedire la sfera in corner. La prima frazione di gara si conclude sul risultato ad occhiali.

Pisaniello

Pisaniello in azione

La ripresa si apre con gli stessi ventidue in campo. Al 56′ Velardi approfitta di una svarione della difesa azzurra per presentarsi tutto solo davanti a Giappone che, però, in uscita riesce a chiudergli lo specchio di porta. Al 62′ ci prova ancora il Marsala con un tiro dal limite di Candiano che termina la sua corsa a fondo campo. Al 68′ una conclusione con il mancin di Ivan Perkovic esalta le doti acrobatiche di Giappone che con un gran colpo di reni riesce a deviare la sfera in corner.  All’87’ l’Igea passa in vantaggio grazie a Mohamed Sylla che salta più in alto di tutti sugli sviluppi di un calcio d’angolo e insacca alle spalle di Giappone. Il Marsala non ci sta e si getta all’arrembaggio nei minuti finali. Al 94’ Prezzabile, da posizione defilata,  aggancia un traversone di Bonfiglio ma conclude debolmente rendendo facile l’intervento del portiere avversario. L’ultimo sussulto al 96’ con Giardina che controlla bene un pallone nel cuore dell’area di rigore, ma calcia debolmente con il sinistro favorendo l’intervento di Cannizzaro. L’Igea Virtus porta a casa la vittoria e tre punti preziosissima che le consentono di continuare a sperare ancora nel miracolo di raggiungere la zona play-out.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti