Igea Virtus, Grasso suona la carica. Il Presidente chiama i suoi alla riscossa contro il Città di Messina

GrassoIl presidente Grasso lascia l'Igea Virtus dopo sette stagioni

Il futuro è adesso. L’Igea Virtus aspetta la visita del Città di Messina e prepara la rincorsa. C’è da riscattare la sconfitta di Castelbuono, maturata su un campo difficile e, per giunta, non in perfette condizioni. Non cercano alibi i giallorossi, cercano piuttosto conferme. Non sarà affatto facile, specie alla luce delle pesantissime assenze di Crinò, Genovese e Accordino, ma Ravidà e compagni vogliono assolutamente tornare al successo per riprendersi piano piano la vetta persa in una sola settimana. Non sarà facile, ma il gruppo è compatto e ci crede, come assicura il Presidente Nino Grasso: “Sappiamo benissimo che non sarà una partita semplice, ma sappiamo anche quanto valiamo. Io sono convinto che la vera Igea Virtus sia quella ammirata in altre occasioni e non quella vista domenica in casa della Castelbuonese. Su quel campo è difficile giocare per tutti, specialmente se consideriamo le pessime condizioni del terreno di gioco. Quindi, niente drammi e ripartiamo”. Poi, il massimo dirigente racconta di quello che ha detto ai suoi ragazzi: “Forse i ragazzi si aspettavano qualche richiamo, invece io ho preferito manifestare loro la mia fiducia e la mia serenità. Sono convinto che anche domenica daranno il massimo per riprendersi quello che vogliono e che vogliamo tutti. Abbiamo tante assenze, è vero. Ma sono anche convinto che chi scenderà in campo darà il massimo per la maglia giallorossa. Un appello lo faccio al pubblico, affinché continui a starci vicino”. Insomma, sarà un’Igea Virtus desiderosa di riscatto, ma anche di dimostrare a se stessa di poter primeggiare: “Possiamo giocarcela alla pari con tutti. Abbiamo elementi validi in ogni reparto e non siamo inferiori a nessuno”.

Commenta su Facebook

commenti