L’Igea Virtus deve battere il FC Acireale per sperare ancora nei play-off

I tifosi dell'Igea Virtus

L’Igea Virtus torna in campo dopo la netta sconfitta subita sabato scorso sul campo della neopromossa Tiger Brolo. I giallorossi ospitano al D’Alcontres il FC Acireale, formazione di grande livello, ma penalizzata per il noto “giallo tesseramenti” e ormai relegata nella pancia della classifica.

La formazione dell'Igea VIrtus

La formazione dell’Igea VIrtus

Nella prima delle tre gare da disputare sul terreno amico, quando ne mancano soltanto quattro alla fine della stagione regolare, la formazione allenata da Pippo Perdicucci ha pochissime alternative alla vittoria, l’unico risultato che le consentirebbe di rimanere ancora in corsa per un posto nella griglia dei play off. E’ questo il motivo predominate del match contro gli acesi, ma c’è anche da riscattare la prestazione davvero deludente offerta al Comunale di Brolo. L’andamento del derby ha lasciato l’amaro in bocca ai tifosi i quali si attendevano una prova del tutto diversa, al cospetto della capolista.

Pippo Perdicucci

Pippo Perdicucci

Una vittoria contro la squadra acese darebbe la possibilità ai barcellonesi di presentarsi fra due settimane, dopo aver intascato i tre punti a tavolino della gara con l’Acireale 1946, al match verità di Mascalucia contro il Catania San Pio X con le giuste credenziali.

Per il match di domenica, non saranno disponibili gli squalificati Ravidà, fermato per due giornate dal giudice sportivo, e Bella (per lui solo un turno di stop), entrambi espulsi nel corso della gara a Brolo. Anche contro il FC Acireale, Perdicucci proporrà il tridente offensivo, ovvero: chi non osa non vince!

Appuntamento per i tifosi igeani alle ore 15:00 di domenica 16 marzo, dirigerà l’incontro il sig. Antonino Costanza di Agrigento; assistenti: Daniele Lambiase e Camil Mario Raineri entrambi di Palermo.

Commenta su Facebook

commenti