Handball Messina, la sconfitta con la Messana non cambia gli obiettivi

Handball MessinaHandball Messina

La sconfitta di misura nel derby con la Messana ha dimostrato che la formazione femminile dell’Handball Messina potrà sicuramente dire la sua nel torneo di 2^ Divisione Nazionale. Per le ragazze guidate da Alessandro Costantino questa settimana il calendario prevede un turno di riposo, utile per provare a ricaricare le batterie, recuperare le infortunate (da registrare il rientro in gruppo del portiere Claudia Marino) e perfezionare schemi e meccanismi di gioco.

Alessandro Costantino, allenatore dell'ASD Handball Messina

Alessandro Costantino, allenatore dell’ASD Handball Messina

Al rientro, sabato 21 novembre, difficile match in casa delle calabresi del Badolato, che dentro il loro fortino proveranno in tutti i modi a mettere i bastoni tra le ruote a Chillè e compagne. Tornando sulla recente sconfitta con la Messana, mister Costantino elogia le sue ragazze per l’ottima prestazione offerta in campo: “Al di là del risultato, ho visto una squadra tonica, che ha ribattuto colpo su colpo a un’avversaria di indiscusso valore e quindi non posso che essere fiducioso per il prosieguo della stagione. Vorrei in particolar modo elogiare Giusi Prisa e Carmen Tandurella. La prima ha tenuto benissimo il campo e, soprattutto, nel primo tempo è stata decisiva per scardinare la difesa avversaria. Per lei un ottimo score realizzativo e una gestione gara impeccabile. La Tandurella, invece, è entrata in corso d’opera e si è inserita alla perfezione nel clima partita. Una prova di grande carattere e personalità, ci ha creduto fino alla fine, trascinando il resto della squadra e dando l’impressione di non mollare mai”.

The following two tabs change content below.
Lillo Guglielmo

Lillo Guglielmo

Plurilaureato, giornalista per passione, docente di matematica e dottore commercialista di professione. In una parola: poliedrico.

Commenta su Facebook

commenti