Gruppo Zenith Messina, sotto canestro arriva Vittorio Soldatesca

Vittorio Soldatesca

 

Soldatesca in azione difensiva

Soldatesca in azione difensiva

Il Gruppo Zenith Messina potenzia il settore lunghi con l’ingaggio del giocatore reggino Vittorio Soldatesca. Nato a Reggio Calabria il 23/09/1983, Soldatesca è un’ala grande di 194 cm, ma può giocare anche da centro. Fisico possente, si spende molto in difesa. E’ un ottimo rimbalzista, sa farsi rispettare nel pitturato ed è dotato anche di un buon tiro dall’arco. Un ingaggio importante per il Gruppo Zenith Messina, coach Dani Baldaro è riuscito a portare in Sicilia un altro giocatore che potrà fare la differenza in questo campionato. Dopo quello di Carnazza, Soldatesca è il secondo nuovo arrivo in casa messinese. La società del presidente Zanghì si sta muovendo per mettere a disposizione del proprio tecnico un esterno di qualità.

Pallacanestro

Vittorio Soldatesca

Soldatesca vanta una grande esperienza, avendo militato nel campionato di serie C Nazionale sempre in formazioni d’oltre Stretto. Fino al 2010 ha indossato la canotta con l’Audax RC, nel 2010/11 è passato alla Nuova Jolly; nella stagione successiva, prima ha giocato nella Vis e dopo nella Nuova Jolly, nel 2012/13 ancora un campionato alla Vis allenata da Checco D’Arrigo. Nell’ultimo biennio ha disputato il torneo CSI con l’Aleandre, la formazione di Reggio Calabria laureatasi Campione d’Italia nel 2014 e nel 2015. Adesso torna a disputare un campionato FIP: per Soldatesca si tratta della prima esperienza siciliana. “Innanzitutto – esordisce l’ex giocatore dell’Audax – vorrei ringraziare la Società e coach Baldaro per avermi cercato con insistenza, segno questo di un interesse concreto nei miei confronti. Ho accettato di iniziare quest’avventura per svariati motivi: prima di tutto ho capito di avere di fronte una Società ambiziosa, in secondo luogo sono entusiasta di giocare per la prima volta in Sicilia, regione in cui il livello dei campionati è davvero molto competitivo. Inoltre – prosegue il lungo reggino – non vedo l’ora di giocare in squadra con due ragazzi che sono stati avversari di mille “battaglie”, ossia Carnazza e Adorno, ma con i quali ci siamo sempre rispettati. Sono reduce da due anni trascorsi nell’Aleandre, una squadra fatta di amici veri che ha ottenuto risultati incredibili, proprio perché – conclude Soldatesca – il gruppo era molto unito e so che quello è il segreto per raggiungere gli obiettivi prefissati”.

Intanto il Gruppo Zenith Messina si sta preparando in vista del prossimo torneo di serie D, sotto lo sguardo attento di coach Baldaro del suo collaboratore, il preparatore atletico Vincenzo La Torre, che da questa stagione affianca il tecnico peloritano.

Commenta su Facebook

commenti