Gruppo Zenith Messina, il racconto di una stagione straordinaria. Terza parte

Basket School MessinaLa squadra del Gruppo Zenith che ha partecipato al Trofeo Chiesini

Riviviamo la splendida cavalcata, che ha regalato alla squadra del presidente Zanghì la meritata promozione in serie C Silver. Una stagione esaltante, nel corso della quale la squadra affidata a Dani Baldaro ha conquistato 20 vittorie su 23 gare disputate, mantenendo imbattuto il proprio parquet per il secondo anno. Una girandola di emozioni, dall’esordio nel derby con l’Amatori alla finale vinta in gara 3 con l’Adrano, giocata purtroppo a porte chiuse. (Terza Puntata)

Russo in marcatura su Andronico

Russo in marcatura su Andronico

Il 5 gennaio il Gruppo Zenith Messina torna a Barcellona per il “Trofeo Chiesini”, e presenta il nuovo acquisto Gigi Russo, ex Acireale e Amatori Messina, centro di grande esperienza proveniente dal Giarre in C Silver. Concluso al secondo posto il Memorial Chiesini, la Basket School si rituffa nel campionato. Alle porte c’è il derby di ritorno con l’Amatori e gli “Scolari” lo affrontano con la giusta intensità. Solo nel secondo periodo i nero arancio si avvicinano pericolosamente (40-38 al 20’). Nella ripresa la squadra di Baldaro piazza un break di 16-5 che chiude virtualmente il match (80-67 il finale). Prova sontuosa di Soldatesca (23), bene Carnazza (14), Russo (12 punti e 16 rimbalzi) e Buono (11). Continua il testa a testa con Balestrate che supera di misura in casa l’Agatirno, prossimo avversario dei peloritani.

Una fase del derby fra Agatirno e Gruppo Zenith

Una fase del derby fra Agatirno e Gruppo Zenith

L’ennesimo rinvio del derby con i “Paladini”, costringe il Gruppo Zenith ad una nuova gara infrasettimanale. Il 20 gennaio al PalaFantozzi arriva il secondo ko in campionato. La talentuosa formazione orlandina si presenta al completo e schiera in più l’esordiente slovacco Mario Ihring. Nonostante il buon avvio, Messina smarrisce troppo presto la lucidità, subisce le ottime giocate dell’Agatirno e si lascia irretire dalle decisioni della coppia arbitrale. Una squadra più concentrata difficilmente sarebbe uscita battuta dal PalaFantozzi. Positiva la prova del ritrovato Adorno (14) e di Buono (15), ma è troppo poco per arginare il voglioso team allenato da Renato Franza che si impone per 75-66. Messina paga anche in termini di squalifiche e infortuni la serata poco felce di alcuni suoi giocatori. Balestrate vince a fatica sulla Torrenovese e si isola in vetta alla classifica a quota 20.

La difesa del Gruppo Zenith controlla l'attacco della CestisticaTorrenovese

La difesa del Gruppo Zenith controlla l’attacco della Cestistica Torrenovese

Il 23 gennaio ennesimo derby al PalaTracuzzi, ospite la Cestistica Torrenovese di coach Fiasconaro. Senza Carnazza, infortunato, i messinesi faticano nel primo parziale in cui Albana e soci si portano a condurre (9-17). Ma già alla prima sirena Messina rimonta fino al -2 e chiude sul 30-28 al riposo lungo, nonostante l’infortunio ad Adorno (per l’esperto play la stagione si chiude qui) e con Buono caricato di falli. Decisivo il secondo tempo: la zona ordinata da Baldaro imbriglia i nebroidei, Presti e compagni prendono il largo e alla fine vincono per 71-56. Il decimo successo in campionato giunge grazie alla buona prova di squadra: Russo (13), Buono (13), Soldatesca (12), Mazzù (12) e Presti (11).

Francesco Catanoso (Gruppo Zenith)

Francesco Catanoso (Gruppo Zenith)

Posticipata al 10 febbraio la gara esterna contro l’Eagles Palermo, i peloritani tornano in campo il 7 febbraio e contro la Nuova Pallacanestro Marsala presentano il nuovo play maker, l’esperto  Francesco Catanoso, prelevato dal Botteghelle, in C Silver calabrese. Conto il lilibetani, Trimarchi e compagni, pur privi dello squalificato Soldatesca, ottengono l’undicesima vittoria conducendo il match fin delle prime battute. Primo periodo alquanto equilibrato, poi la maggiore esperienza dei peloritani fa la differenza, al 20’ il vantaggio è di 15 lunghezze (38-23). Non si fermano i ragazzi di Baldaro che allungano grazie ad un parzialone di 20-0 e mettono in ghiaccio il risultato. Finisce 74-49 grazie ai 15 punti di Buono, gli 11 di Trimarchi e i 10 di Mazzù, mentre si fermano a quota 9 Carnazza e Catanoso.

Eagles-BSM, Russo in area avversaria

Eagles-BSM, Russo in area avversaria

Messina tiene il passo della capolista Balestrate e tre giorni dopo va a vincere sul campo di Bagheria contro l’Eagles Palermo, terza forza del campionato (72-81 il finale). Match difficile giocato in un campo ostico, senza Soldatesca, con Buono costretto ad uscire per infortunio nel corso del primo parziale e Mazzù espulso per fallo di gioco nel terzo periodo. Gara non certo semplice per i peloritani che vanno al riposo lungo in vantaggio di 7 lunghezze (36-43). Nel terzo periodo l’Eagels si avvicina, i palermitani trovano il pari a quota 68 nell’ultimo quarto. Baldaro blinda la difesa, Russo e Presti trascinano i compagni: alla fine possono sorridere. Il successo riporta il Gruppo Zenith a due lunghezze da Balestrate, ottima la prova di Russo (21) e Mazzù (20 nonostante l’espulsione). Bene Catanoso (12) e Carnazza (11).

Continua.

 

Commenta su Facebook

commenti