Grillo: “Biagioni farà ricredere in tanti. Conosco bene il suo valore”

Oberdan BiagioniIl nuovo tecnico del Messina Oberdan Biagioni (foto Nino La Macchia)

L’ultima scelta del presidente del Messina Pietro Sciotto è stata indotta anche da lui. Bruno Grillo, responsabile degli osservatori dell’Atalanta, con un passato nel Chievo, aveva caldeggiato già in estate la candidatura di Oberdan Biagioni per la panchina dell’ACR.

La vittoria con il Gela e la sterzata impressa dopo una partenza a singhiozzo sembrano avere scacciato le perplessità che avevano accompagnato la designazione del successore di Pietro Infantino e Grillo tiene a ribadirlo: “Biagioni farà ricredere in tanti. Io non guardo mai il nome degli allenatori ma il loro valore e le capacità sul campo. Sapevo che era un professionista all’altezza e per questo feci il suo nome a Sciotto. Con Oberdan ci sentiamo spesso, siamo legati da un rapporto di amicizia”.

Biagioni e Torma

Il tecnico Oberdan Biagioni e il direttore sportivo Gianluca Torma

Da sempre vicino a Giovanni Sartori, con cui non a caso ha condiviso le esperienze nel Chievo e nell’Atalanta, Grillo rimarca che comunque non è mai andato al di là di semplici indicazioni: “Ho soltanto dato dei consigli al presidente del Messina, come era accaduto nella passata stagione con Modica. Ma non entro mai nel merito delle decisioni, perché non è il mio ruolo ed è anche una questione di rispetto. Non a caso avevano scelto altri allenatori nel corso dell’estate”. Come dimostrano le designazioni di Cozza, Raffaele, ora grande protagonista a Potenza, e Infantino.

Pur essendo un operatore di mercato, chiamato a selezionare talenti anche in D e in Eccellenza per conto dell’Atalanta, soprattutto nel Centro Italia, Grillo preferisce non parlare troppo di possibili trattative: “Il nuovo direttore sportivo Gianluca Torma conosce bene la categoria, anche se è stato spesso tra i professionisti. Spetta a tecnico e dirigenza individuare calciatori che facciano al caso del Messina. L’anno scorso ho suggerito soltanto il nome di Marco Manetta, che ha fatto bene e non a caso ora è in C con Modica alla Cavese. Biagioni eredita una squadra che si è impegnata a sostenere costi che sono superiori ai risultati fin qui ottenuti. Credo che a dicembre interverranno ancora”.

The following two tabs change content below.

Commenta su Facebook

commenti