Griccioli: “Concesso troppo a Bologna”. Valli: “Un deciso passo avanti”

A fine partita, non c’è grande voglia di commentare una sconfitta pesante nell’economia del campionato. Nell’entourage dell’Upea Orlandina queste le parole pronunciate da un deluso Giulio Griccioli che sperava in una pronta reazione da parte della sua squadra dopo la pesante sconfitta esterna di Pistoia.
“Abbiamo concesso troppe seconde chances ad una squadra che gioca bene a basket come la Virtus Bologna. Siamo stati poco precisi al tiro e lo abbiamo pagato in diversi frangenti dell’incontro. In questo sport, se non fai canestro non vinci, ed è quello che è purtroppo successo questa sera all’Orlandina. Dobbiamo reagire subito perche la lotta salvezza è molto equilibrata”.
Grande invece la soddisfazione per Giorgio Valli che in sala stampa nel dopo gara ha analizzato a fondo l’incontro: “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto spigolosa Capo d’Orlando, dopo le difficoltà avute ad inizio campionato, si è messa in carreggiata e grazie alla sua difesa ne aveva vinte cinque di seguito in casa, dimostrandosi squadra pericolosa ed esperta. Tecnicamente penso che abbiamo giocato bene in più momenti della partita, quello che ci era mancato nel primo tempo però era l’intensità che dovevamo metterci. Evidentemente non avevamo capito il livello a cui dovevamo disputare la gara. Dal terzo quarto in avanti siamo cresciuti, giocando molto bene con la palla dentro l’area e trovando buone soluzioni. La dimostrazione sono stati i punti importanti che ci ha dato Reddic. Penso che indicatori della buona partita che abbiamo disputato siano le 10 palle perse in una partita in trasferta e i 44 rimbalzi presi, di cui 20 offensivi.

L'allenatore della Virtus Bologna Giorgio Valli

L’allenatore della Virtus Bologna Giorgio Valli

Abbiamo fatto anche un piccolo passo avanti di mentalità perché siamo stati bravi a tenerci sempre a contatto sfruttando il nostro momento. Un plauso ai miei giocatori e ora continuiamo a lavorare concentrati. Anche perché domenica ne abbiamo un’altra che sarà altrettanto difficile sul campo di Caserta. Ci eravamo detti ripetutamente, durante tutta la settimana, che avremmo dovuto essere pazienti. Nel primo tempo abbiamo avuto un po’ di fretta, dal terzo quarto invece siamo stati più lucidi e questo ci ha premiato”.

Commenta su Facebook

commenti