Giudice Sportivo, multato il Messina. Squalifica per Semenzato della Viterbese

Trasciani e FerriniTrasciani e Ferrini al centro della difesa (foto Paolo Furrer)

Il Giudice Sportivo di Lega Pro, dopo le gare della terza giornata di campionato che verrà completata per il girone C con i due posticipi, ha multato l‘Acr Messina di 500 euro “per avere una persona non autorizzata, ma riferibile alla Società e dotata di pass ad essa riconducibile, fatto accesso nell’area spogliatoi prima della gara, mentre le squadre e la terna arbitrale erano ivi presenti. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 4, 6, 13, comma 2, C.G.S., valutate le modalità complessive dei fatti (r. proc. fed.)”. 

In relazione alla sfida giocata tra i giallorossi e la Viterbese è stato inibito a svolgere ogni attività in seno alla Figc, a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società nell’ambito federale per dieci giorni il dirigente dei laziali Mariano Antonio Fernandez Farina “per essere entrato ed essersi trattenuto negli spogliatoi mentre era inibito come da decisione CU/DIV 17/DIV del 12.09.2022. Misura della sanzione in applicazione degli artt. 4, 9, 13, comma 2, e 19 codice giustizia sportiva, valutate le modalità complessive della condotta e ritenuta la continuazione fra le condotte poste in essere (inibizione da scontarsi dopo il termine della sanzione in corso, r.proc.fed.)”.

Un turno di stop tra i calciatori, sempre in merito al match del “Franco Scoglio”, al gialloblù Daniel Semenzato “per aver pronunciato nel medesimo frangente per tre volte un’espressione blasfema mentre usciva dal campo dopo essere stato sostituito. Misura e irrogazione della sanzione in applicazione degli artt. 13, comma 2, e 37 C.G.S., ritenuta la continuazione e applicati i principi enunciati nella decisione 0102/CSA 2021-2022 (r. proc. fed, r.c.c.)”. 

Per quanto concerne le altre partite, due giornate di squalifica e 1.000 euro di ammenda a Vittorio Graziani della Gelbison, mentre tra gli allenatori un turno a Ezio Capuano, espulso all’esordio alla guida del Taranto, e a Sebastiano Siviglia del Potenza più 1.000 euro di ammenda. Altre ammende alle società: 1.000 euro al Catanzaro, 800 alla Fidelis Andria e alla Turris.

 

Autori

+ posts