Giampà: “In campo sempre per dare tutto ma nel finale serviva un’altra gestione”

Sant'AgataIl Sant'Agata celebra una rete (foto Ambra Romano)

Altro successo per il Città di Sant’Agata che soffre ma porta a casa l’intera posta in palio e continua a scalare importanti posizioni di classifica. In conferenza il tecnico Mimmo Giampà plaude ancora una volta il suo gruppo pur sottolineando qualche amnesia di troppo: “Era una partita dura perché il Troina da adesso in avanti è sempre costretto a disputare match da ultima spiaggia. A noi mancavano diversi elementi ma undici giocatori per la battaglia li troviamo sempre. Abbiamo ben giocato, peccato soltanto per l’errore veniale di posizione sul primo gol subito. Ci lavoriamo tanto e questo non deve capitare”.

Sant'AgataFormazione biancoblu ancora più giovane del solito quella scesa in terra ennese per via di cambi e infortuni. I tre punti migliore traguardo possibile ma l’allenatore sul doppio vantaggio voleva un finale di gara più accorto: “Siamo stati bravi nel raddrizzare la gara anche se sul 3-1 a nostro favore non l’abbiamo gestita al meglio. Pur con otto under in campo io volevo una gestione differente. Abbiamo esagerato nel cercare il quarto gol e commesso due disattenzioni: una su una punizione eseguita troppo velocemente con Brugnano e l’altra su un’azione offensiva che ha originato il contropiede che ha portato al secondo gol del Troina. Loro hanno preso coraggio e sono andati persino vicini al pareggio. Per questo occorre una gestione differente del vantaggio ma merito ai ragazzi per aver conquistato i tre punti”.

Sant'Agata

L’esultanza al terzo gol di Okito

Guai a parlare di obiettivo già conseguito, l’ex calciatore ha vissuto mille battaglie e lancia un monito ai suoi giovani calciatori: “Se vuoi fare carriera in questo mondo non puoi commettere errori da settore giovanile. Mancano sette punti alla salvezza, non è ancora fatta. Dovremo recuperare energie per l’impegno di domenica contro il Santa Maria, una squadra che partiva per centrare i playoff. Abbiamo ottenuto l’ottavo risultato utile consecutivo, un record per la mia gestione con 13 gol fatti e 4 subiti. A mio avviso la squadra può ancora migliorare ma senza pensare ad altro e restando sempre concentrata sul mantenimento della salvezza”. 

Sant'Agata

Il rigore trasformato da Cicirello a Troina

A livello gestionale Giampà attinge sempre a piene mani dalla panchina durante la gara. Una necessità resa ancora più stringente dai continui impegni ravvicinati: “Sfrutto in ogni gara i cinque cambi a mia disposizione, perchè chi entra deve dare sempre il massimo. Cervillera e Mazzone oggi non avevano i novanta minuti nelle gambe, Calafiore l’ho decentrato sulla destra e in quel momento ci siamo abbassati troppo giocando col 5-4-1 intenti a contenere Ficarrotta che svariava sempre. Guardo già al Santa Maria, troveremo una squadra ferita che vorrà ritornare al successo ma di fronte avrà un gruppo entusiasta per ciò che sta facendo. Servirà grande equilibrio in considerazione della forza dell’avversario”.