Furnari: “A Troina un punto pesante. Bene Landi, peccato per le tre squalifiche”

FurnariFurnari osserva i suoi giocatori dalla panchina (foto Marco Familiari)

Secondo pareggio consecutivo per il Città di Messina, che continua a non segnare ma è riuscito perlomeno ad uscire imbattuto da Troina, dopo avere collezionato tre sconfitte consecutive in trasferta, tra Castrovillari, Gela e Portici.

Soddisfatto il tecnico Giuseppe Furnari: “Sapevamo che ci attendeva una partita tosta. Il Troina ha raccolto in casa quasi tutti i suoi punti, ben 24 su 31, ed era reduce peraltro da ben cinque vittorie casalinghe consecutive. Siamo venuti qui concentrati e abbiamo disputato una buona partita”.

Galesio

Galesio in azione contro la Nocerina (foto Marco Familiari)

L’unica nota stonata resta proprio la produzione offensiva, con i peloritani capaci di realizzare appena una rete nelle ultime sette gare, peraltro su rigore: “Abbiamo fatto bene dal punto di vista mentale e dell’applicazione. Abbiamo concesso poco, creando però poche palle da rete. È stata una partita dai ritmi molto elevati, con poche opportunità. Alla fine penso che il pareggio sia ampiamente giusto”.

Un rosso diretto, per Costa, e ben sei ammonizioni. La sfida, pur caratterizzata da poche palle gol, è stata abbastanza nervosa: “Giocavano a specchio e vi sono stati tanti contrasti uno contro uno. Si è sentito anche il peso della posta in palio, che valeva tanto sia per noi che per loro. Ad ogni modo al fischio finale ci siamo stretti tutti la mano. Il calcio è questo: entrambe le squadre sono state protagoniste di qualche intervento duro, ma il direttore di gara ha arbitrato bene”.

Bombara

Bombara dovrà scontare un turno di squalifica (foto Marco Familiari)

Molto positivo l’impatto del nuovo portiere Mario Landi, che si era già messo in evidenza contro il Roccella: “È stato autore di due parate importanti e ci ha trasmesso sicurezza. È con noi da due settimane e si è rivelato un acquisto azzeccato, in un ruolo che era scoperto. Siamo contenti di lui, sia umanamente che ovviamente per quello che fa sul campo”.

Non è riuscito a sbloccarsi l’ex romanista Argomenti. Furnari lo difende: “Ha qualità e lo abbiamo preso proprio per alzare il tasso tecnico della squadra. Ha caratteristiche differenti rispetto a Santoro. Il Troina giocava con una difesa a tre, che copre bene gli spazi ed è forte fisicamente. Abbiamo quindi preferito variare un po’, schierando Galesio, che ha una certa stazza, e appunto Paolo, che ha maggiore estro e rapidità. Si è mosso bene, quando ha avuto palla tra i piedi nel primo tempo, e non a caso le nostre azioni pericolose sono passate dai suoi piedi. È stato fermo a lungo e piano piano ritroverà la condizione migliore”.

Santoro

Santoro è stato schierato nel finale (foto Marco Familiari)

Domenica è in programma la sfida casalinga con la Sancataldese, un autentico antipasto play-out. E il Città di Messina dovrà far fronte a ben tre assenze: “Sarà una partita determinante per noi, tra due formazioni che sono appaiate in classifica a quota 24 punti. Purtroppo oltre a Costa mancheranno anche Bombara e Bellopede, che erano diffidati e sono stati ammoniti. In settimana vedremo come ovviare al meglio alle squalifiche, per sistemare la squadra”.

The following two tabs change content below.
Filippo D'Angelo

Filippo D'Angelo

Passione sfrenata per il calcio ed il giornalismo. Sogna di diventare telecronista sportivo e nel frattempo è voce di un programma radio e firma di più testate online

Commenta su Facebook

commenti