Frenis: “Torrenova vuole uscire dal momento complicato e mantenere la B”

TorrenovaIl direttore generale di Torrenova Antonio Frenis

Quinta giornata della seconda fase per la Fidelia Torrenova di coach Maurizio Bartocci, che dopo il ko contro la JuVi Cremona sarà ospite della Elachem Vigevano domenica alle ore 16 (diretta esclusiva su LNP Pass). Non sarà certamente una sfida facile per la Cestistica, che andrà al PalaBasletta a sfidare quella che ad oggi, dopo i recuperi, è la terza forza del campionato: un match delicatissimo.

Maurizio Bartocci

Il nuovo tecnico di Torrenova Maurizio Bartocci

A presentare la sfida e commentare il momento è il direttore generale Antonio Frenis: «Sfidiamo una squadra fortissima in un momento complicato per noi. Vigevano è una team compatto, forte, reduce da una vittoria infrasettimanale che l’ha issata al terzo posto in classifica. Ha un roster di giocatori interscambiabili, una panchina molto lunga e quattro giocatori in doppia cifra di media a gara: sarà dunque complicato per noi portare a casa i due punti. Noi dobbiamo ripartire dal secondo tempo contro Cremona, perché abbiamo dimostrato che, se giochiamo come sappiamo, possiamo competere con tutti».

Non è un momento certamente facile per Torrenova, reduce da due sconfitte contro Piadena e Cremona e dal cambio di allenatore: «È stata una decisione sofferta e complicata quella di esonerare coach Condello. Nonostante la vittoria con Fiorenzuola eravamo reduci da una lunga serie di sconfitte, alcune di queste “sanguinose” come Palermo, Varese e Ragusa ad esempio, che ci hanno maledettamente complicato la strada verso la salvezza diretta e ci hanno portato in un flusso negativo di risultati da cui fatichiamo a uscire. Il secondo tempo contro Cremona ha dato però alcuni segnali positivi: la squadra è viva, la reazione dal -21 è stata encomiabile, quasi eroica. Negli ultimi minuti, per forza di cose, abbiamo pagato il grandissimo sforzo fatto per recuperare e i due punti sono scappati via. La seconda parte della sfida con la JuVi ha anche mostrato a tutti come vogliamo uscirne: intensità, sacrificio ed abnegazione. Raggiungere la salvezza diretta sarà complicato, probabilmente dovremo giocarci le nostre carte ai playout, ma faremo di tutto per mantenere vivo il sogno sportivo chiamato serie B».

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva