Fissore: “Pressione inevitabile. Lavoriamo per migliorare ma serve tempo”

Matteo FissoreMatteo Fissore in azione contro il Santa Maria (foto Marco Familiari)

Matteo Fissore ha commentato ai microfoni di Tcf il sofferto inizio di campionato del Fc Messina, reduce dal pareggio con un’altra matricola: “A mio avviso abbiamo giocato una buona gara a Castellabate, anche se si dice che è stata deludente. Abbiamo rispettato le indicazioni del nuovo mister Rigoli. È un campo difficile e il Santa Maria è una buona squadra, la nostra è stata la classica partita di sacrificio e determinazione. C’è tanto da lavorare ma questo lo sapevamo già”.

Mukiele

Mukiele accerchiato dagli avversari

Dopo il cambio di allenatore, i peloritani non possono più sbagliare, anche se la sfida con l’Acr Messina sulla carta è la più complicata: “La pressione su di noi c’è, lo si avverte da parte dello staff e della società, ma è normale che sia così per gli obiettivi che ci siamo prefissati. Vogliamo disputare una grande partita”.

Bevis e compagni sembrano soffrire dal punto di vista atletico, tanto che Rigoli ha rinunciato a due over domenica scorsa: “Ognuno ha la propria legittima opinione sulla nostra preparazione, serve tempo per recepire le direttive del mister. La nostra rosa è molto ampia sia nel parco over che tra gli under. Il mister ha ampia scelta di uomini e se ha ritenuto giusto schierare sei under lo ha fatto con consapevolezza, non ci sono particolari problemi”.

Ebui

Il controllo volante di Ebui (foto Marco Familiari)

È mancato un rigore per parte, con il Santa Maria penalizzato nel finale ma il Fc in precedenza: “Anche dal campo abbiamo avuto la sensazione che Aita fosse dentro l’area e le immagini lo hanno confermato. Peccato perché sarebbe stato un episodio che poteva cambiare l’inerzia della partita”.

Le tre realizzate nelle prime quattro gare sono maturate quasi sempre da calci da fermo: “Lo scorso anno l’ottanta per cento dei nostri gol sono arrivati su palla inattiva, quindi il trend è sulla falsariga del passato torneo. Sulla qualità del nostro gioco devo dire che le situazioni non sono identiche: abbiamo tanti nuovi giocatori oltre a un buon numero di riconfermati. Per me questo campionato è ancora più difficile di quello dello scorso anno ed ogni partita presenta tante insidie”.

Aita

Aita ha reclamato invano un rigore domenica scorsa

Difficoltà che aumentano in trasferta secondo l’esperto difensore, che cita ancora l’esempio di domenica scorsa: “Rispetto al “Franco Scoglio”, che è molto largo, questa tipologia di stadi è molto più piccolo e ci vuole un po’ di tempo per adattarsi ma sappiamo che in questo girone sono tanti così piccoli e tutti difficili. Le cosiddette squadre piccole sono meno fragili e c’è grande equilibrio verso l’alto, la qualità media del torneo si è innalzata”.

Fissore ha fiducia nel reparto avanzato, puntellato ancora sul mercato: “Sono contento di tutti gli attaccanti presenti nella nostra rosa. Penso a Balistreri e Carbonaro, per i quali parla la loro carriera. Caballero di certo ci darà una mano, ha una grande esperienza anche internazionale, ma spetterà sempre al mister fare le proprie scelte”.

RESTA SEMPRE AGGIORNATO

MessinaSportiva